Pubblicato in: CRONACA

Un modello economico circolare.


riciclo.jpg

Quello dell’obsolescenza programmata, il ciclo di vita forzatamente “a breve scadenza” degli elettrodomestici, è un meccanismo che contraddistingue l’attuale economia di mercato, ma che nuoce all’ambiente in termini di emissioni CO2: quella rilasciata per produrre e distribuire i nuovi dispositivi ce la potremmo, in molti casi, risparmiare.

Nel mese di gennaio gli Stati membri dell’Unione Europea voteranno una serie di proposte di revisione alla Ecodesign Directive,  una legge del 2009 che regola gli standard di sostenibilità ed efficienza dei prodotti industriali venduti nell’Unione. L’obiettivo è obbligare le case manifatturiere a produrre beni più solidi e di lunga durata, e che siano facilmente riparabili. Le proposte riguarderanno l’illuminazione, i televisori e i grandi elettrodomestici come frigoriferi, lavastoviglie e lavatrici.

Un primo passo verso un modello economico diverso, circolare, in cui il prodotto possa essere riparato, riutilizzato e infine riciclato.

 

 

 

https://www.focus.it/ambiente/ecologia/il-diritto-a-riparare-gli-elettrodomestici-voto-ue

Pubblicato in: CRONACA

Trent’anni dalla caduta del Muro di Berlino


Il crollo del  Muro di Berlino nel  1989, sancisce la nascita della Germania unita ed è considerato il simbolo della fine dei regimi comunisti in Europa.
berlino

Il Muro di Berlino era stato fatto costruire il 13 agosto 1961 dal governo della Germania Est per evitare che gli abitanti della Berlino Ovest potessero circolare liberamente proprio nella Germania Est. Il Muro era lungo più di 100 Km  e spezzava in due la città di Berlino. Dal momento della sua costruzione, anche persone della stessa famiglia erano state divise tra chi viveva nella Berlino Est e chi nella Berlino Ovest. Molte sono state, negli anni, le persone uccise perché stavano cercando di scavalcare il muro per passare nella Berlino Ovest.
Fall of the Berlin Wall

Il 9 novembre 1989 il Governo della Germania Est ha annunciato l’apertura della “frontiera” tra Berlino Est ed Ovest. E migliaia di persone si arrampicarono sul muro per raggiungere Berlino Ovest. Nelle settimane successive molte parti del muro sono state portate via dalla popolazione, finalmente in festa per la ritrovata libertà di poter passare da una parte all’altra della città (e della Germania intera) senza il pericolo di essere arrestato o ucciso.

 

https://www.studenti.it/foto/le-50-date-piu-importanti-della-storia/crollo-muro-di-berlino.html