Pubblicato in: CRONACA

Un modello economico circolare.


riciclo.jpg

Quello dell’obsolescenza programmata, il ciclo di vita forzatamente “a breve scadenza” degli elettrodomestici, è un meccanismo che contraddistingue l’attuale economia di mercato, ma che nuoce all’ambiente in termini di emissioni CO2: quella rilasciata per produrre e distribuire i nuovi dispositivi ce la potremmo, in molti casi, risparmiare.

Nel mese di gennaio gli Stati membri dell’Unione Europea voteranno una serie di proposte di revisione alla Ecodesign Directive,  una legge del 2009 che regola gli standard di sostenibilità ed efficienza dei prodotti industriali venduti nell’Unione. L’obiettivo è obbligare le case manifatturiere a produrre beni più solidi e di lunga durata, e che siano facilmente riparabili. Le proposte riguarderanno l’illuminazione, i televisori e i grandi elettrodomestici come frigoriferi, lavastoviglie e lavatrici.

Un primo passo verso un modello economico diverso, circolare, in cui il prodotto possa essere riparato, riutilizzato e infine riciclato.

 

 

 

https://www.focus.it/ambiente/ecologia/il-diritto-a-riparare-gli-elettrodomestici-voto-ue

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...