Insulti antisemiti contro Alain Finkielkraut: la negazione assoluta di ciò che rende la Francia una grande Nazione.


alain

Lo hanno riconosciuto sul boulevard Montparnasse, in piena Parigi. Lui, 69 anni, è Alain Finkielkraut, filosofo e accademico di Francia. Loro, un gruppo di gilet gialli che stava manifestando per il 14º sabato consecutivo, si sono scagliati contro Finkielkraut, figlio di rifugiati ebrei polacchi, che giunsero in Francia negli Anni 30 del secolo scorso, con un fiume di insulti antisemiti.Il filosofo, che proviene dalla sinistra e fece il ’68, è diventato nel tempo critico nei confronti di un certo buonismo multiculturale della gauche (e viene oggi osteggiato da gran parte della sinistra « classica» francese»). Il fatto arriva dopo giorni di polemiche sugli slogan antisemiti già ascoltati durante le manifestazioni dei gilet gialli e sulle scritte sullo stesso tono trovate lo scorso fine settimana per le strade di Parigi. Secondo gli ultimi dati del ministero degli Interni, in Francia nel 2018 gli atti antisemiti (aggressioni verbali e fisiche denunciate alla polizia) sono cresciuti del 74% rispetto all’anno precedente. Quanto alle manifestazioni ieri dei gilet gialli, sempre secondo i dati ufficiali, hanno riunito in tutto il Paese 41.500 persone, in calo rispetto ai 51.400 di una settimana prima.

 

 

 

 

https://www.lastampa.it/2019/02/17/esteri/gilet-gialli-aggrediscono-filosofo-sporco-ebreo-kV71PWvPjroZhVyWSS8bhI/pagina.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: