Pubblicato in: CRONACA

I record della grandine


Nel Mondo, in ogni istante, sono contemporaneamente in atto dai 2000 ai 3000 temporali, e molti di questi sono accompagnati da violente grandinate capaci di produrre numerosi danni e, in alcune particolari occasioni, anche vittime. In Italia questo particolare fenomeno atmosferico si può osservare soprattutto in primavera ed estate, ma ci sono regioni del Pianeta in cui la grandine cade durante tutto l’anno. A livello mondiale la località preferita dalle grandinate è senz’altro Kericho, città di oltre 150000 abitanti situata nelle regioni più occidentali del Kenya, ai margini della più grande foresta montana dell’Africa Orientale: ebbene in questa città la grandine cade mediamente 50 giorni all’anno e addirittura nel lontano 1965 ha grandinato in ben 113 giornate!

grandine.jpg

Il distretto di Gopalganj, in Bangladesh, detiene invece il record ufficiale del più pesante chicco di grandine mai misurato, anche se il termine “chicco” non è forse quello più adatto per descrivere il blocco di ghiaccio dalla forma di una zucca e del peso di ben 1 chilo e 20 grammi che lì cadde il 14 aprile 1986. Durante le violente grandinate che quel giorno si scatenarono su tutta la regione persero la vita ben 92 persone, anche se è difficile stabilire quante di queste siano state effettivamente uccise dalla grandine e quante invece da fulmini, allagamenti e crolli dovuti alle forti raffiche di vento. La grandinata più letale della storia moderna è però senz’altro quella che il 30 aprile 1888 uccise 246 persone e quasi 2000 pecore nei distretti di Moradabad e Beheri, nel nord dell’India. Sempre in tema di grandine letale, più di recente, il 19 luglio 2002, le eccezionali grandinate scatenate da un’ondata di forti temporali causarono la morte di 25 persone nella Provincia di Henan, in Cina. E anche il nostro continente ha i suoi record. In Europa il chicco di grandine più pesante mai misurato è quello da 970 grammi caduto l’11 agosto 1958 a Strasburgo, mentre la grandinata più disastrosa dell’era moderna rimane quella che il 12 luglio 1984 investì Monaco di Baviera: chicchi di grandine delle dimensioni di palle da baseball ferirono oltre 400 persone e danneggiarono seriamente numerosissimi oggetti e proprietà, tra cui oltre 70000 abitazioni e circa 190 aerei parcheggiati sulle piste del locale aeroporto, producendo complessivamente danni per quasi 2 miliardi di euro! La più costosa grandinata della Storia però si è verificata all’altro capo del Mondo, in Australia: il 4 aprile del 1999 la città di Sidney fu investita da una tempesta di grandine che durò quasi un’ora e scaricò senza sosta sulla città chicchi delle dimensioni di diversi centimetri, producendo alla fine danni per circa 3 miliardi di dollari!

 

 

 

 

 

https://www.meteogiuliacci.it/clima/i-record-della-grandine

Pubblicato in: CRONACA

Francesco Tuccio | Un particolare “Falegname” di Lampedusa


tuccio.jpg

Mentre fa una passeggiata su una spiaggia, nota due travi colorate, posizionate in un modo strano. Si avvicina e capisce che si tratta di pezzi di qualche barcone di migranti naufragata chissà dove, ma quello che lo incuriosisce è la loro posizione, che ricorda una croce. Li raccoglie e li porta in bottega. Sega, pialla e inchioda e quel legno fradicio e pieno di chiodi diventa una bellissima croce, simbolo della rinascita attraverso la sofferenza. Da quel momento, la causa degli immigrati di Lampedusa sarà la sua causa. Le sue croci sono fatte di un legno raro che si trova solo a Lampedusa, perché intriso delle lacrime e del sangue degli immigrati morti nel mare.

tuccio01.jpg

 

 

 

 

 

Francesco Tuccio | Un particolare “Falegname” di Lampedusa