Un progetto Anpi con Lerner e Gnocchi per raccogliere le ultime voci dei partigiani.


Sono circa cinquemila i combattenti della Resistenza ancora in vita. Verranno intervistati e i materiali messi a disposizione in rete per un lavoro imprescindibile sulla Storia, la Resistenza e la Memoria. Un archivio pubblico con le interviste e le video testimonianze delle partigiane e dei partigiani viventi. Il progetto, ideato dai giornalisti Gad Lerner e Laura Gnocchi eContinua a leggere “Un progetto Anpi con Lerner e Gnocchi per raccogliere le ultime voci dei partigiani.”

30 agosto: Giornata Internazionale dei Desaparecidos.


Si calcola che in Paesi latinoamericani, quali l’Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Ecuador, El Salvador, Guatemala, Haitì, Honduras, Messico, Perù e Uruguay; siano scomparse circa 100.000 persone dal 1966. Tra queste, donne e bambini appena nati strappati alle loro madri. Ottantamila oppositori politici inghiottiti nei lager. Almeno 30 mila di essi scomparsi dopo torture eContinua a leggere “30 agosto: Giornata Internazionale dei Desaparecidos.”

Foliage, quando le foglie ne combinano di tutti i colori


L’Autunno fa venire in mente nebbia, pioggia e altri fattori meteo nefasti? Non è detto che questi siano gli unici risvolti di una stagione autunnale ormai in pieno svolgimento. Uno dei suoi aspetti migliori è il ‘cambio d’abito’ che le piante ci regalano. Natura cambia gradualmente colore, anche in città. Il momento è magico: alberi e cespugliContinua a leggere “Foliage, quando le foglie ne combinano di tutti i colori”

Nucleare: test e bombe. Non abbiamo davvero imparato niente


Il 29 agosto è la Giornata mondiale contro i test nucleari. Sono iniziati il 16 luglio 1945 e da allora ce ne sono stati circa 2000. Quando si è partiti si è badato poco alle possibili ricadute sulla vita umana e sull’ambiente. Ma gli effetti devastanti sono sotto gli occhi di tutti. Il 29 agosto èContinua a leggere “Nucleare: test e bombe. Non abbiamo davvero imparato niente”

L’AMAZZONIA BRUCIA: IN PERICOLO LA BIODIVERSITÀ E LA VITA DEI POPOLI INDIGENI.


Le immagini arrivate dallo spazio attraverso i satelli dell’Agenzia spaziale europea e della Nasa americana immortalano con inquietante chiarezza lo scenario apocalittico delle vaste aree rosse avvolte dalla fiamme. L’Amazzonia brasiliana, e in parte boliviana, brucia. La foresta tropicale più grande del mondo, il polmone verde del pianeta, casa di migliaia di specie animali e vegetaliContinua a leggere “L’AMAZZONIA BRUCIA: IN PERICOLO LA BIODIVERSITÀ E LA VITA DEI POPOLI INDIGENI.”

Comfort Dog Project.


Francis Okello Oloya è un sopravvissuto al trauma di guerra in Uganda. Quando era un ragazzino, fu sottoposto ad un’esplosione di una bomba mentre lavorava nel giardino della sua famiglia, che lo lasciò gravemente ferito e cieco. Nonostante le sue molte sfide, ha superato il liceo e il college, laureandosi in psicologia della comunità. Francis è tornato inContinua a leggere “Comfort Dog Project.”

Se l’Amazzonia brucia è colpa della cieca corsa al profitto.


  L’onda di fuoco che distrugge la foresta amazzonica, polmone di ossigeno e biodiversità, è stata rafforzata dalle scelte irresponsabili del presidente brasiliano Jair Bolsonaro. Ma la sua causa più profonda è il sistema economico planetario, basato sulla ricerca del profitto e sullo sfruttamento selvaggio delle risorse naturali. In queste settimane è stato fatto osservareContinua a leggere “Se l’Amazzonia brucia è colpa della cieca corsa al profitto.”

“La guerra dei metalli rari”, il lato oscuro delle energie verdi


I metalli rari, ovvero l’ossatura invisibile delle nostre società moderne. Hanno nomi strani o mai sentiti, come promezio, vanadio o lutezio, ma le loro eccezionali proprietà chimiche, catalitiche e ottiche li rendono indispensabili per un ventaglio enorme di tecnologie verdi e digitali; basta prendere in mano lo smartphone che teniamo in tasca per averli quasiContinua a leggere ““La guerra dei metalli rari”, il lato oscuro delle energie verdi”

Carlo Delle Piane, da «Libero» a «Cicalone»: i suoi personaggi storici.


È morto a 83 anni Carlo delle Piane, attore di lungo corso, figura iconica del cinema italiano con una carriera durata 70 anni e iniziata nel 1948, a 12 anni, quando interpretò Garoffi nel film Cuore, dal romanzo di De Amicis, diretto a quattro mani da Vittorio De Sica e Duilio Coletti. In tanti anni, avevaContinua a leggere “Carlo Delle Piane, da «Libero» a «Cicalone»: i suoi personaggi storici.”

Giornata della memoria del commercio degli schiavi e della sua abolizione.


Per non dimenticare le atroci sofferenze che popolazioni africane e non hanno dovuto subire per le mire di superiorità morale, produttiva e genetica dei popoli, soprattutto bianchi, che si ritenevano più elevati e più sviluppati, cade o il 23 agosto la Giornata internazionale per la commemorazione della tratta degli schiavi e della sua abolizione. La data èContinua a leggere “Giornata della memoria del commercio degli schiavi e della sua abolizione.”

Altro che ONG, la colpa degli incendi in Amazzonia è di agricoltori e allevatori: la risposta degli indigeni e ambientalisti a Bolsonero


Gli ambientalisti sostengono invece che gli incendi nella foresta pluviale brasiliana siano stati provocati da allevatori di bestiame e agricoltori che vogliono liberare e utilizzare la terra, incoraggiati dal presidente pro-deforestazione.Gli agricoltori e gli allevatori hanno usato il fuoco per molto tempo per sgombrare la terra e ci sono probabilmente loro dietro il numero insolitamente elevato di incendi cheContinua a leggere “Altro che ONG, la colpa degli incendi in Amazzonia è di agricoltori e allevatori: la risposta degli indigeni e ambientalisti a Bolsonero”

Dopo 14 anni tornano nelle profondità, la rivelazione dei sub: “Il Titanic sta scomparendo”.


Il Titanic sta lentamente scomparendo: è quanto sentenzia un gruppo di sub che è tornato a ispezionare l’enorme piroscafo affondato 107 anni fa nell’Oceano Atlantico settentrionale. La flora sottomarina sta corrodendo la struttura e parti di questa sono già collassate. Una serie di cinque immersioni sono state completate questo mese da un team di esplorazioneContinua a leggere “Dopo 14 anni tornano nelle profondità, la rivelazione dei sub: “Il Titanic sta scomparendo”.”

22 agosto 1864, firmata la prima Convenzione di Ginevra


Il 22 agosto 1864 veniva firmata da 12 Stati europei la Prima “Convenzione di Ginevra per il miglioramento delle condizioni dei feriti delle forze armate in campagna”. Il documento, ispirandosi alle idee di Henry Dunant, ha gettato le basi del diritto internazionale umanitario contemporaneo, stabilendo regole universali per la protezione delle vittime nei conflitti, l’obbligo di estendereContinua a leggere “22 agosto 1864, firmata la prima Convenzione di Ginevra”

80 anni fa il patto Germania-Urss, doppio inganno tra Hitler e Stalin


Il Patto Molotov-Ribbentrop venne firmato il 23 agosto 1939 a Mosca. Si trattò di un patto di non aggressione fra la Germania e l’Unione Sovietica. I firmatari furono il Ministro degli Esteri russo Molotov  e il Ministro degli Esteri tedesco Joachim von Ribbentrop. Il motivo per il quale il Patto fu stipulato è da ricercare nellaContinua a leggere “80 anni fa il patto Germania-Urss, doppio inganno tra Hitler e Stalin”

Violenze in aumento attorno alle piantagioni.


Avvio di un’indagine urgente e garanzia di sicurezza per i difensori del diritto alla terra in Repubblica democratica del Congo (RdC). Sono le richieste principali contenute in un appello lanciato a fine luglio dal Movimento mondiale per le foreste tropicali (World Rainforest Mouvement). La mobilitazione internazionale è nata dopo l’uccisione di un attivista congolese, ilContinua a leggere “Violenze in aumento attorno alle piantagioni.”

Quella domanda sull’Olocausto


“Gli ebrei avranno pur fatto qualcosa”,Questa domanda la pone un liceale alla sua professoressa di storia e filosofia. Sono gli anni Novanta, il periodo più o meno è quello della Prima guerra del Golfo: un momento in cui gli ebrei c’entrano e con gli ebrei c’entrano le loro “eterne colpe”. La linea è diritta, chiara,Continua a leggere “Quella domanda sull’Olocausto”

I cambiamenti climatici costano all’Italia più della crisi economica.


Per elaborare lo studio i ricercatori delle Università di Cambridge (UK), della Southern California (USA), Johns Hopkins (USA) National Tsing Hua University (Taiwan) e del Fondo monetario internazionale hanno preso in esame dati provenienti da 174 paesi a partire dal 1960, proiettandoli al 2030, 2050 e 2010 per determinare la perdita o il guadagno diContinua a leggere “I cambiamenti climatici costano all’Italia più della crisi economica.”

Dall’America alla Luna (e oltre)


Nella vita l’importante è essere convinti e gli americani lo sono sempre stati. Convinti, come disse circa un secolo fa il presidente Woodrow Wilson, di essere “la nazione più giusta, più progressista, più onorabile e più illuminata del mondo”. Convinti di essere portatori sani di buone ideologie; convinti di dover esportare nel mondo la democrazia: con questo eContinua a leggere “Dall’America alla Luna (e oltre)”

I 10 migliori alberi anti inquinamento che ‘divorano’ le polveri sottili


Quali sono i migliori alberi anti inquinamento? In Italia e altrove nel mondo sono in corso degli studi molto interessanti con l’obiettivo di individuare quali siano gli alberi in grado di aiutarci a ridurre l’inquinamento. Gli studi ora in corso sono condotti dal CNR-Ibimet di Bologna e dall’Università di Southampton, nel Regno Unito. Le ricerche, pubblicate sulla rivistaContinua a leggere “I 10 migliori alberi anti inquinamento che ‘divorano’ le polveri sottili”

La foresta friulana è risorta al teatro greco antico di Siracusa.


Gli alberi fanno da sfondo ad una tragedia (portata sulla scena per la prima volta nel 415 a.C. con la guerra del Peloponneso in pieno svolgimento) che descrive la sorte crudele delle donne di Troia. Sconfitta la città, i loro uomini uccisi o portati via, non resta loro che diventare schiave dei vincitori, mentre TroiaContinua a leggere “La foresta friulana è risorta al teatro greco antico di Siracusa.”

Dieci anni fa moriva Fernanda Pivano: grazie a lei leggiamo ancora Hemingway e Bukowski.


Dieci anni fa moriva Fernanda Pivano. Era il 18 agosto del 2009, e l’Italia salutava per sempre una delle voci più vivaci, innovative e importanti della cultura del secolo scorso: una voce che ha portato da questa parte dell’Oceano i versi più belli della letteratura americana, e che per prima, in tempi non sospetti, haContinua a leggere “Dieci anni fa moriva Fernanda Pivano: grazie a lei leggiamo ancora Hemingway e Bukowski.”

Amaranto, la pianta giustiziera.


L’ amaranto è un vegetale molto antico, ora soprannominato pianta giustiziera negli Stati Uniti, dove sta mettendo in difficoltà le coltivazioni Ogm della multinazionale Monsanto. Dall’agricoltura industriale è considerato un’erbaccia mentre per i peruvianil’amaranto vale come l’oro perché i suoi chicchi sono un alimento molto nutriente e ricco di proteine. L’amaranto cresce naturalmente vicino alle coltivazioni di soia Ogm eContinua a leggere “Amaranto, la pianta giustiziera.”

L’unico governo necessario è (quasi) impossibile


L’unica alternativa realistica al pre-fascismo in vocazione di pieni poteri è un governo di legislatura in rottura radicale col quarto di secolo della diseguaglianza trionfante e spudorata. Che faccia della redistribuzione egualitaria la sua stella polare. Ed entri in guerra contro corruzione, mafia, grande evasione. Governo affidato alla società civile giustizia-e-libertà, per l’appunto. Se M5SContinua a leggere “L’unico governo necessario è (quasi) impossibile”

LA GUERRA IN IRLANDA DEL NORD


Nel 1969 il cielo di Belfast si tinse di rosso quando centinaia di case cattoliche furono date alle fiamme. Fu uno degli episodi più tristi della storia irlandese: in poco tempo furono arse 523 abitazioni e oltre 5.000 persone si ritrovarono senza un posto dove vivere. Da parte Repubblicana, per la prima volta dopo anni,Continua a leggere “LA GUERRA IN IRLANDA DEL NORD”

L’enigma delle fioriture.


Possono passare anni prima che un’agave germogli in giardino o in natura. Anche con il pollice verde più incallito. Il bambù nero ci mette oltre 50 anni mentre altre specie come la Puya Raimondi, la regina delle Ande, oltre un secolo. La fioritura delle piante, per certi versi, è ancora un enigma. Ore di luce eContinua a leggere “L’enigma delle fioriture.”

Le vittime spagnole del nazismo hanno un nome.


Dopo quasi 80 anni, la Spagna dà un nome ai 4.427 spagnoli morti nei campi di concentramento nazisti di Mauthausen e Gusen fra il 1940 e il 1945. Gli elenchi, pubblicati ieri sul bollettino ufficiale dello Stato, sono una delle misure previste dalla legge di Memoria storica come forma di «ringraziamento e riparazione » agli oltreContinua a leggere “Le vittime spagnole del nazismo hanno un nome.”

Zorro compie 100 anni.


Festeggia cento anni Zorro,  il cavaliere mascherato senza superpoteri, armato di cappa, sciabola e cappello a falde, personaggio a fumetti nato dalla penna di Johnston McCulley e baciato da un successo enorme, che ha propiziato la comparsa in film, serie TV, spettacoli teatrali, videogame e pupazzetti in scala.  La prima avventura di Zorro venne pubblicataContinua a leggere “Zorro compie 100 anni.”

Case sugli alberi.


Mentre c’è chi distrugge i boschi, c’è anche chi ama tanto gli alberi da volerci vivere sopra, come il costruttore della casa sull’albero, oggi purtroppo in rovina, sorta in Tennessee. Si tratta della Minister’s Treehouse, edificata dal religioso protestante Horace Burgess che, senza un progetto preciso, ha iniziato a costruirla nel 1993. Il materiale èContinua a leggere “Case sugli alberi.”

Il “Quarto Stato” e la “Pietà” coi ceppi del fiume: l’arte nata dal Sesia.


Una mostra di opere d’arte nate dai legni raccolti lungo le sponde del fiume Sesia: da una versione particolare del “Quarto Stato” di Pellizza da Volpedo, alla Pietà, fino a una serie di figure mitologiche ispirate ai poemi omerici. A realizzarle è stato Piero Baudo, un guardiano notturno con la passione per la caccia eContinua a leggere “Il “Quarto Stato” e la “Pietà” coi ceppi del fiume: l’arte nata dal Sesia.”