Pubblicato in: CRONACA

I 500 anni de l’Havana.


500 anni sono passati da quando l’hermosa Havana, novembre 1519, assunse le sembianze di città mentre risale al 1515 l’arrivo del  conquistador spagnolo Diego Velázquez de Cuéllar nella baia della bella isola. L’Havana , dichiarata Patrimonio Culturale dell’Umanità nel 1982, è un piccolo microcosmo, tante tessere di un mosaico: dalla passeggiata nell’Havana Veja incontrando turisti e residenti, ascoltando musica che esce dalle finestre delle case  o dalle piccole orchestre di strada;  il fascino del Malecon dove passeggiare e respirare l’odore di mare; i quartieri come il Vedado, formatosi negli  anni  50, che riunisce alberghi, uffici e negozi;  la sua vita notturna intensa e ricca, la  Piazza della Rivoluzione dove leggere la storia.  E da non poerdere una sosta dove sorge il Templete e un grande albero di Ceiba… questo è il punto dove si celebra la fondazione della città….e dove   il 16 novembre si buttano monetine di buon auspicio.

havana.jpg

Per festeggiare adeguatamente questo  anniversario, è stato avviato già da qualche anno una programma di lavori di restauro (Capitolio, Scuola del Balletto di Alicia Alonso ecc)  , ampliamenti della città, realizzazione di aree verdi e un ricco calendario di eventi mettendo in primo piano l’arte (Biennale Cubana aprile-maggio 2019), la cultura, la letteratura e la musica con concerti con i massimi protagonisti del mondo cubano e  rinomati festival che  quest’anno assumono un significato particolare.

 

 

 

https://www.ballareviaggiando.it/paesi-in-danza/2975-i-500-anni-de-l-havana-la-musica-infinita-dell-isla-grande.html