Pubblicato in: CRONACA

Giornata Internazionale dello Studente: per non dimenticare.


Cos’è successo il 17 Novembre del 1939. 17 Novembre. Una data importante per non dimenticare.

studenti.jpg

La Giornata Internazionale dello Studente si celebra ogni anno dal 1941 ed è un modo per commemorare i nove studenti cecoslovacchi che, insieme ai loro professori universitari, sono stai giustiziati senza processo il 17 novembre 1939 in seguito ad una manifestazione anti-nazista. Le proteste pacifiche guidate dagli studenti contro l’occupazione tedesca hanno portato alla chiusura delle università di tutto il Paese  e alla deportazione di 1200 studenti nei campi di concentramento.

La memoria non muore mai

Da allora il 17 Novembre ricorre ciclicamente come data simbolica per ricordare al  mondo i diritti degli studenti.

È un’occasione di mobilitazione studentesca per italiani ed europei, una giornata di manifestazioni, iniziative ed eventi.

 

 

 

 

https://www.atuttatesi.it/news/giornata-internazionale-dello-studente-non-dimenticare/

Pubblicato in: CRONACA

80 anni fa nasce l’International Students’ Day: si celebra l’attivismo studentesco


a giornata internazionale degli studenti, che si celebra ogni anno il 17 novembre, nasce proprio dalla necessità sempre viva negli studenti di rivendicare il proprio diritto a studiare e il proprio diritto ad esprimersi. La scelta della data non è però casuale: esattamente 80 anni fa, il 17 novembre 1939 vi fu un tragico eccidio nazista di alcuni studenti e professori che in Cecoslovacchia si erano opposti all’occupazione tedesca e alla seconda guerra mondiale. Infatti, già nelle settimane precedenti in Cecoslovacchia la guerra aveva suscitato diverse manifestazioni di protesta anti-nazista, a cui parteciparono migliaia di studenti.

giornatainternazionestudente-1024x627.png

Il mese prima dell’eccidio, un studente della Facoltà di Medicina di nome Jan Opletal fu colpito da un’arma da fuoco durante la prima manifestazione a Praga contro l’invasione nazista. Lo studente morì due settimane dopo a causa della ferita. Il 15 novembre, in occasione del suo corteo funebre, parteciparono migliaia di studenti, dando vita ad un’altra manifestazione anti-nazista. La reazione dei tedeschi fu asprissima: vennero chiusi tutti gli istituti di istruzione superiore e 1200 studenti furono arrestati e deportati in campi di concentramento. Due giorni dopo, le autorità naziste giustiziarono senza processo nove persone, tra studenti e professori. Due anni dopo a Londra, nel 1941, il 17 novembre viene dichiarato Giornata internazionale degli studenti dall’International Union of Students. 

Secondo gli ultimi dati dell’Istituto di statistica dell’UNESCO (UIS), circa 263 milioni di bambini, adolescenti e giovani in tutto il mondo(vale a dire uno su cinque  di loro) non hanno accesso all’istruzione. A livello primario, il 9% dei bambini in età di scuola elementare (dai 6 agli 11 anni circa), per un totale di 63 milioni che non frequentano la scuola. Inoltre, 61 milioni di adolescenti in età scolare inferiore (dai 12 ai 14 anni circa) e 139 milioni di giovani in età scolare superiore non sono iscritti a scuola. Questi ultimi, di età compresa tra circa 15 e 17 anni, hanno quattro volte più probabilità di non essere iscritti a scuola rispetto ai bambini in età di scuola elementare. I dati più sconfortanti riguardano ancora una volta l’Africa subsahariana, dove ancora oggi uno su tre bambini, adolescenti e giovani non va a scuola.

 

 

 

 

 

 

80 anni fa nasce l’International Students’ Day: si celebra l’attivismo studentesco