La nutria in Italia:un immigrato scomodo.


La nutria è originaria del Sud e Centro America, ma dopo la sua introduzione per l’utilizzo in pellicceria, si è rapidamente diffusa anche in diversi paesi d’Europa, tra cui l’Italia. Grazie alla capacità di adattamento, alle potenzialità riproduttive e alla resistenza fisica, pochi esemplari di nutria fuggiti dagli allevamenti o incautamente liberati in natura quandoContinua a leggere “La nutria in Italia:un immigrato scomodo.”

La barca confiscata alla mafia diventa una biblioteca galleggiante.


Succede a Bari, la barca a vela è diventata una biblioteca galleggiante a disposizione di tutti.Il Ministero della Giustizia ha autorizzato che l’imbarcazione fosse utilizzata per attività sociali di inclusione per minori a rischio devianza, e l’associazione Marcobaleno ha ideato il progetto di trasformazione della barca in una piccola biblioteca. C’è voluto un anno di restaurazione, aContinua a leggere “La barca confiscata alla mafia diventa una biblioteca galleggiante.”

Invecchiamento: la chiave dell’eterna giovinezza sta nei telomeri, che ora forse sappiamo come preservare.


I telomeri cambiano con il passare del tempo, accorciandosi a ogni divisione cellulare fino a perdere il loro ruolo di “cuscinetto” per impedire alla doppia elica di sfibrarsi. Cercare di potenziarli è da tempo l’obiettivo di molti studi, che però in passato sono sempre intervenuti sul DNA, alterando l’espressione genica. Ora un gruppo di ricercatori del CentroContinua a leggere “Invecchiamento: la chiave dell’eterna giovinezza sta nei telomeri, che ora forse sappiamo come preservare.”

I dieci falsi miti sui boschi italiani.


Torna puntuale anche quest’anno la festa dell’albero, una giornata sempre più importante vista la situazione in cui versa il nostro pianeta a causa della deforestazione e dell’inquinamento. Un’ottima occasione per ricordare a tutti noi che “Il momento migliore per piantare un albero era 20 anni fa. Il secondo miglior momento è ora”. I boschi italianiContinua a leggere “I dieci falsi miti sui boschi italiani.”