Pubblicato in: CRONACA

Abdallah Chatila, un uomo d’affari libanese acquista i cimeli di Hitler e li dona a un’associazione ebraica


Si è conclusa con un gesto a sorpresa la controversa asta dei cimeli di Hitler che nei giorni scorsi a Monaco di Baviera aveva suscitato indignazione e proteste, soprattutto da parte della comunità ebraica internazionale.

cilindro-Hitler.jpg

Abdallah Chatila, un uomo d’affari libanese che vive in Svizzera, ha acquistato numerosi oggetti appartenuti al Führer per un totale di 600mila euro. L’uomo ha deciso di acquistare i cimeli perché non finissero «in mani sbagliate» e li ha donati all’istituzione ebraica Keren Hayesod. Per Chatila i cimeli nazisti «dovrebbero essere bruciati», ma «gli storici pensano che debbano essere conservati per la memoria collettiva».

 

 

 

https://www.open.online/2019/11/25/magnate-libanese-acquista-i-cimeli-di-hitler-e-li-dona-a-un-associazione-ebraica/