Pubblicato in: CRONACA

Esattamente 155 anni fa il massacro di Sand Creek


Esattamente 155 anni fa, il 29 novembre 1864, centinaia di nativi americani persero la vita durante il massacro di Sand Creek, in Colorado.

 

Sand_creek_1985A guidare il reggimento di milizie fu il colonnello americano John Chivington: 700 soldati a cavallo attaccarono a sorpresa un villaggio abitato da circa 600 nativi appartenenti alle tribù Cheyenne e Arapaho uccidendo e mutilando centinaia di persone, soprattutto donne, bambini e anziani.

L’attacco imprevisto avvenne in un contesto di lunghe guerre e scontri tra gli Stati Uniti e i nativi indiani per il controllo delle terre durante la corsa all’oro nel Colorado e fu progettato proprio dopo che alcuni capi delle tribù ottennero accordi con il governo americano che riconosceva ai nativi il controllo su alcune terre

L’episodio fu uno dei più terribili, violenti e sanguinosi avvenuto Stati Uniti e ancora oggi è ricordato come una delle peggiori pagine della storia americana.

Si stima che durante l’attacco persero la vita tra i 137 e 175 nativi, incapaci di difendersi poiché colti alla sprovvista.

Alla fine degli anni ‘90, il senatore del Colorado Nighthorse Campbell, figlio di nativi americani, presentò una proposta per definire con precisione l’area del terribile massacro allo scopo di darne un parco protetto.

La proposta fu accolta e divenne legge: si individuò dunque un territorio di circa 50 chilometri quadrati nella Contea di Kiowa, a sud est di Denver, e al termine delle indagini, il 7 novembre del 2000, nell’area in cui avvenne il massacro venne istituito il Sand Creek Massacre National Historic Site.

Esattamente 155 anni fa centinaia di nativi americani vennero brutalmente uccisi nel massacro di Sand Creek

 

Il massacro del fiume Sand Creek (29-11-1864)