Entriamo negli anni venti: il secolo diventa adulto.


L’introduzione delle nuove tecnologie, a partire dalla fine del Novecento, ci ha trasformato in incontenibili generatori di dati. Smartphone, tablet, laptop ed ogni altro oggetto hi-tech ci consentono di creare, scambiare, consultare e cercare dati senza limiti o soluzione di continuità. È la maggiore attività degli abitanti del Pianeta: accomuna potenze globali e Paesi emergenti,Continua a leggere “Entriamo negli anni venti: il secolo diventa adulto.”

Le date che hanno segnato il 2019


25 gennaio 2019 C’è un’ospite speciale al Forum economico Mondiale di Davos. Greta Thunberg interviene con un discorso molto duro nel quale racconta il panico che il mondo dovrebbe provare di fronte ai cambiamenti climatici.Oggi Greta non ha bisogno di presentazioni e il cambiamento climatico è tornato in evidenza in tutte le più importanti agendeContinua a leggere “Le date che hanno segnato il 2019”

Uno spazzacamino per capodanno


In Austria  è una tradizione molto consolidata regalare, il 31 dicembre, alle persone care degli oggettini portafortuna. Bancarelle e negozi pullulano letteralmente di funghetti, quadrifogli, scale, ferri di cavallo, cilindri, maialini e, appunto, spazzacamini. Se ne trovano di tutte le forme e materiali (e ovviamente prezzi). Come mai proprio lo spazzacamino sia diventato un simbolo portafortunaContinua a leggere “Uno spazzacamino per capodanno”

La fucilazione dei fratelli Cervi 28 Dicembre 1943


I sette fratelli Cervi, appartenevano ad una famiglia di sentimenti antifascisti, il cascinale della famiglia Cervi era sicuro per antifascisti e partigiani feriti nonché per i prigionieri stranieri sfuggiti ai nazifascisti. Dotati di forti convincimenti democratici, presero attivamente parte alla Resistenza e presi prigionieri, furono fucilati dai fascisti il 28 dicembre 1943 nel poligono diContinua a leggere “La fucilazione dei fratelli Cervi 28 Dicembre 1943”

2019 l’anno delle sardine.


 14 novembre al Paladozza viene contrapposta una sorta di manifestazione flash mob di piazza in funzione anti-Lega.Il nome “sardine” nasce dall’idea di stare tutti stretti stretti come sardine in una scatola a dimostrazione che la piazza antileghista è forte e numerosa. Vicini e silenziosi come pesci per abbassare i toni da quella che via Facebook è stata definitaContinua a leggere “2019 l’anno delle sardine.”

Le mamme che girano il Senegal per dire ai giovani quanto è pericoloso il Mediterraneo


Munita di pennarelli colorati, Yayi Bayam Diouf traccia i contorni dell’Europa e dell’Africa sulla lavagna, mentre gli occhi dei bambini seguono attenti i suoi movimenti. «Chi di voi mi sa dire dov’è il Mediterraneo?», chiede. Un bambino alza la mano: «Il Mediterraneo è il posto in cui è seppellito mio padre». Diouf è la fondatriceContinua a leggere “Le mamme che girano il Senegal per dire ai giovani quanto è pericoloso il Mediterraneo”

Se non esprimi le tue emozioni rischi di distruggere il tuo sistema immunitario


Le cellule del sistema immunitario rilasciano fluidi chiamati citochine, dei messaggeri che permettono alle cellule di comunicare tra loro, inviando istruzioni per sviluppare più cellule per combattere le infezioni. Ma quando ci sono di mezzo gli ormoni dello stress, questi ultimi inibiscono la produzione di citochine, vanificando la capacità del corpo di combattere le infezioniContinua a leggere “Se non esprimi le tue emozioni rischi di distruggere il tuo sistema immunitario”

La strage sul rapido 904 Napoli-Milano, 23 dicembre 1984


Alle 19.08 del 23 dicembre 1984, il treno rapido 904 proveniente da Napoli fu squassato da una esplosione violentissima mentre si trovava all’interno della galleria di San Benedetto Val di Sambro (BO), la “galleria degli Appennini”, nei pressi della quale – dieci anni prima – si era consumata la strage sul treno Italicus. A causare la detonazioneContinua a leggere “La strage sul rapido 904 Napoli-Milano, 23 dicembre 1984”

Auguri Napoli, oggi 21 dicembre la città festeggia il compleanno


Le candeline che la città dovrà spegnere sono arrivate  a 2493, anni ricchi di storia, di cultura, di dominazioni e conquiste.Le origini della città di Napoli sono avvolte da  vicende storiche ma non mancano spunti che hanno dato vita a miti e  leggende sulla sua fondazione. Una tra le più famose è quella legata alla sirena Partenope, che rifiutataContinua a leggere “Auguri Napoli, oggi 21 dicembre la città festeggia il compleanno”

Marisa Ombra, ovvero la libertà sopra ogni cosa


Marisa Ombra (Asti, 30 aprile 1925 – Roma, 19 dicembre 2019)  vice Presidente nazionale dell’ANPI.   Di famiglia operaia antifascista, inizia l’attività clandestina collaborando alla preparazione degli scioperi del marzo ’43. Dopo l’8 settembre, diventa staffetta nelle Brigate partigiane garibaldine e allo stesso tempo partecipa alla costruzione dei Gruppi di Difesa della donna. Dopo laContinua a leggere “Marisa Ombra, ovvero la libertà sopra ogni cosa”

21 dicembre 1913: il primo cruciverba.


Il 21 dicembre 1913 il giornalista inglese Arthur Wynne pubblicò sull’edizione domenicale del quotidiano New York World un gioco dal nome “Word-Cross Puzzle”.   Seppur successivo alle “Parole Incrociate” di Giuseppe Airoldi apparse sul Corriere della Sera nel 1890, il gioco ideato da Wynne è solitamente considerato il primo cruciverba della storia.      Continua a leggere “21 dicembre 1913: il primo cruciverba.”

Come si formano i pianeti: scoperto un tassello che mancava


I semi da cui hanno origine i pianeti si trovano, come sappiamo, nelle polveri dello spazio interstellare,  ma se le prime e le ultime fasi di aggregazione di questi detriti celesti sono ormai piuttosto chiare, il passaggio intermedio di questo processo è risultato a lungo più difficile da afferrare. Le prime aggregazioni all’origine dei pianetiContinua a leggere “Come si formano i pianeti: scoperto un tassello che mancava”

Scandiano, il primo asilo nido d’Italia festeggia 50 anni: “Nacque grazie a donne e comunisti


Nel piccolo centro in provincia di Reggio Emilia è stato festeggiato lo storico traguardo. Inaugurato nel febbraio del 1969, il nido “Leoni” di Scandiano è nato sulla scorta del boom economico e delle conseguenti rivendicazioni da parte delle lavoratrici locali. “Da queste parti esplose la ceramica e – racconta l’assessore comunale Elisa Davoli – fuContinua a leggere “Scandiano, il primo asilo nido d’Italia festeggia 50 anni: “Nacque grazie a donne e comunisti”

Gli archeologi scoprono una delle chiese cristiane più antiche.


Gli archeologi hanno scoperto di recente la più antica chiesa cristiana nota nell’Africa sub-sahariana, in una zona dell’Etiopia che una volta ospitava l’impero axumita.Il ritrovamento di un’antica basilica, costruita verso l’epoca in cui Costantino legalizzò il cristianesimo, nel 313, porta gli studiosi a credere che la fede si sia diffusa in Etiopia in questo periodo.Continua a leggere “Gli archeologi scoprono una delle chiese cristiane più antiche.”

Quel commissario di Polizia di Padova che aveva capito tutto. E che fu processato per questo.


Pasquale Juliano in un memoriale inviato ai magistrati prima di Piazza Fontana aveva scritto che erano imminenti degli attentati. Finì accusato di aver costruito prove false contro i “neri” e  di averli perseguitati. Egli stava indagando sui neofascisti Freda e Ventura e sul gruppo veneto di Ordine nuovo, uomini di cui aveva capito l’estrema pericolosità.Continua a leggere “Quel commissario di Polizia di Padova che aveva capito tutto. E che fu processato per questo.”

La ”Strage di viale Lazio”: una tragedia dimenticata a firma di Cosa Nostra


Offuscata dal terribile ricordo dell’attentato di Piazza Fontana, la Strage di viale Lazio fu la prima mattanza firmata da Cosa Nostra in quel di Palermo, accaduta appena due giorni prima della strage di Milano, il 10 dicembre 1969. Firmata dai Corleonesi, Riina e Provenzano verranno condannati soltanto quarant’anni dopo il delitto. Sono gli anni inizialiContinua a leggere “La ”Strage di viale Lazio”: una tragedia dimenticata a firma di Cosa Nostra”

Grazia Deledda e il nobel per la letteratura 1926


Era un freddo 10 Dicembre del 1927 quando Grazia Deledda riceveva a Stoccolma il Premio Nobel per la Letteratura.All’epoca nessuna donna italiana aveva mai vinto il premio nobel e poche erano le donne che, in generale, riuscivano ad emergere in una società di uomini. Ma lei ci riuscì. Lei che aveva “vissuto coi boschi, iContinua a leggere “Grazia Deledda e il nobel per la letteratura 1926”

A Scampia regna anche la cultura


“La Scugnizzeria” la libreria di Rosario Esposito La Rossa.  Rosario: un ragazzo come tanti altri, ma con la voglia di far rinascere il buono che c’è nel suo quartiere. Nel 2016, è stato anche nominato, dal presidente della Repubblica, Cavaliere per il suo impegno atto all’integrazione sociale. “Io sono uno spacciatore di cultura”, è questaContinua a leggere “A Scampia regna anche la cultura”

Il 2019 è stato un anno di fuoco per le foreste.


Mentre ad agosto il mondo prestava grande attenzione ai fuochi che bruciavano nella foresta pluviale amazzonica del Brasile, le immagini satellitari della Nasa mostravano un numero molto maggiore di incendi nel continente africano: la Nasa definì in quei giorni l’Africa il “continente del fuoco”, dove si registrava il 70% dei 10.000 incendi che colpivano tuttoContinua a leggere “Il 2019 è stato un anno di fuoco per le foreste.”