Giorno della Memoria, gli studenti hanno dimenticato: Auschwitz?


Skuola.net ha deciso di chiederlo direttamente ai ragazzi, tramite una web survey che ha coinvolto più di 3mila studenti di medie, superiori e università. E l’esito non è così rassicurante, visto che circa 1 su 10 di loro sostiene che non sia così importante continuare a ricordare. Ma ciò che sembra mancare ai giovani, alContinua a leggere “Giorno della Memoria, gli studenti hanno dimenticato: Auschwitz?”


Il Messico ha concluso il 2019 con una scoperta di notevole importanza: un palazzo dell’epoca Maya, risalente a oltre mille anni fa e scoperto nel sito archeologico di Kulubá, ad appena 150 km a ovest dalla turistica Cancún. L’edificio, che misura 55 metri in lunghezza, 15 in larghezza e 6 in altezza, venne costruito eContinua a leggere

Campo di Coreglia Ligure


Il campo di Coreglia Ligure  nacque come campo di prigionia durante la seconda guerra mondiale. Dal dicembre 1943 al gennaio 1944 funzionò come campo di concentramento provinciale istituito dalla Repubblica Sociale Italiana per raccogliervi gli ebrei in attesa di deportazione. Quando alla fine del novembre 1943, il governo  promosse l’istituzione di una rete di campiContinua a leggere “Campo di Coreglia Ligure”

10 frasi per ricordare un evento così tragico da sfiorare l’inimmaginabile e che perciò non può essere dimenticato.


“Non penso a tutta la miseria, ma alla bellezza che rimane ancora” Anna Frank   “L’Olocausto è una pagina del libro dell’Umanità da cui non dovremo mai togliere il segnalibro della memoria” Primo Levi   “Ho provato anch’io a dimenticare, ma qualcosa si è mosso dentro me. Ho finalmente capito che dovevo parlare, prima cheContinua a leggere “10 frasi per ricordare un evento così tragico da sfiorare l’inimmaginabile e che perciò non può essere dimenticato.”

Quando nasceva il Partito Comunista Italiano.


Il 21 gennaio 1921, nell’ultimo giorno del XVII congresso del Partito Socialista Italiano che si svolgeva al teatro Carlo Goldoni di Livorno, una nutrita rappresentanza di delegati guidati da Amadeo Bordiga, Antonio Gramsci, Palmiro Togliatti, Angelo Tasca, Anselmo Marabini, Antonio Graziadei e Nicola Bombacci, unitamente alla stragrande maggioranza dei giovani della Federazione Giovanile Socialista, abbandonòContinua a leggere “Quando nasceva il Partito Comunista Italiano.”

Mamma Lucia che vinse la guerra con la pietà


Mamma Lucia, umile donna di Cava de’ Tirreni  dopo il passaggio delle truppe alleate raccolse e diede degna sepoltura al centinaia di soldati morti senza nome. Lucia Pisapia, conosciuta anche come Mamma Lucia,  è stata una filantropa italiana e medaglia d’oro al merito civile della Repubblica italiana per essersi prodigata, subito dopo la seconda guerra mondiale,Continua a leggere “Mamma Lucia che vinse la guerra con la pietà”

La storia (dimenticata) dei bambini di Sciesopoli


Nel secondo dopoguerra, un paesino del bergamasco ospitò per anni centinaia di bambini ebrei orfani, sopravvissuti all’Olocausto. Oggi l’edificio che li ospitò è in rovina e molti vorrebbero trasformarlo in un museo alla memoria. Di fronte all’emergenza dei piccoli sopravvissuti, il paese di Selvino, borgo agricolo su un altopiano che domina la val Seriana, aContinua a leggere “La storia (dimenticata) dei bambini di Sciesopoli”

ARTE E CAMBIAMENTO CLIMATICO: I CAPOLAVORI SCIOLTI DI ALPER DOSTAL.


Con il suo progetto “Hot Art Exhibition” Alper Dostal, artista e multidisciplinary designer viennese, tratta il tema del riscaldamento globale con un certa ironia, ipotizzando i possibili effetti del caldo su opere iconiche di Picasso, Van Gogh, Mondrian e molti altri. Ma dietro all’approccio “leggero” si nascondono tutte le sue preoccupazioni, assolutamente condivisibili, per laContinua a leggere “ARTE E CAMBIAMENTO CLIMATICO: I CAPOLAVORI SCIOLTI DI ALPER DOSTAL.”

I triangoli del dolore


Primo Levi “L’Olocausto è una pagina del libro dell’Umanità da cui non dovremo mai togliere il segnalibro della memoria”. Una volta sorpassati i cancelli dei campi di sterminio, i prigionieri erano denudati, rasati a zero. Da lì in poi l’unico abito indossato è una divisa a strisce grigio-azzurre. La zebrata, sempre la stessa, perché non è consentitoContinua a leggere “I triangoli del dolore”

Jan Palach,eroe della resistenza


Al centro di Praga, in Piazza San Venceslao, il 19 gennaio 1969, lo studente cecoslovacco, Jan Palach, si da fuoco come gesto di protesta contro l’occupazione da parte delle truppe sovietiche che hanno stroncato la Primavera di Praga. Patriota cecoslovacco, 21 anni non ancora compiuti, divenuto simbolo della resistenza anti-sovietica del suo Paese, muore dueContinua a leggere “Jan Palach,eroe della resistenza”

Martin Luther King 91 anni fa nasceva l’eroe che aveva un sogno.


Un eroe dei nostri tempi. Era nato a Atlanta il 15 gennaio 1929. Promotore delle battaglie per i diritti civili della popolazione nera degli Stati Uniti, Martin Luther King è diventato il simbolo della lotta contro la segregazione razziale. Vincitore del premio Nobel per la Pace nel 1964, fu assassinato nel 1968 nel pieno dellaContinua a leggere “Martin Luther King 91 anni fa nasceva l’eroe che aveva un sogno.”

Perché il polline ha avuto così tanto successo?


Un insetto intrappolato nell’ambra rivela perché, grazie al polline, i fiori hanno avuto così tanto successo evolutivo. Un dubbio che Charles Darwin  si pose 140 anni fa: come mai le angiosperme, ossia le piante che fanno i fiori, hanno avuto un successo evolutivo così rapido e travolgente? La risposta, ovviamente, è negli insetti. L’interesse siContinua a leggere “Perché il polline ha avuto così tanto successo?”

Dieci anni dopo il terremoto, tutti hanno dimenticato Haiti.


Il 12 gennaio 2010, un terremoto di magnitudo di 7.0 ha devastato Haiti, uno dei Paesi più poveri al mondo. Oltre 220mila morti, senza contare i feriti e più di un milione e mezzo di sfollati. Una tragedia che ha mobilitato il mondo intero, accorso per prestare i primi soccorsi. Solo una minima parte degliContinua a leggere “Dieci anni dopo il terremoto, tutti hanno dimenticato Haiti.”

L’anniversario della nascita di Federico Fellini.


 Federico Fellini, uno dei più grandi registi mai esistiti era nato  il 20 gennaio 1920. Fellini esordisce alla regia con Luci del Varietà, che dirige assieme ad Alberto Lattuada. Proprio da questa pellicola nasce l’interesse per quello che sarà considerato un archè del cinema felliniano, cioè la decadenza e la gloria del mondo d’avanspettacolo. Nonostante il triste e magro esito finanziarioContinua a leggere “L’anniversario della nascita di Federico Fellini.”

l’Epifania nei grandi capolavori della storia dell’arte.


L’episodio dell’Adorazione dei Magi, raccontato nel Vangelo di Matteo, fu uno dei temi più ricorrenti nell’arte a cavallo fra Quattro e Seicento. Questo perché si proponeva come strumento perfetto per inserire episodi legati alla contemporaneità e celebrare il potere e la ricchezza dei committenti: ma il sentimento religioso ispirato dalla manifestazione della divinità del BambinoContinua a leggere “l’Epifania nei grandi capolavori della storia dell’arte.”

La befana dona anche la speranza


  Mi hanno detto, cara Befana, che tu riempi la calza di lana, che tutti i bimbi, se stanno buoni, da te ricevono ricchi doni. Io buono sempre sono stato ma un dono mai me lo hai portato. Anche quest’anno nel calendario tu passi proprio in perfetto orario, ma ho paura, poveretto, che tu viaggiContinua a leggere “La befana dona anche la speranza”

Angels Unawares :il messaggio che esiste una componente sacra nello straniero, in termini di rifugiati e migranti.


“Angels Unawares”, realizzata in bronzo a grandezza naturale, raffigura un gruppo di migranti e rifugiati di diversa origine culturale ed etnica, e di diversi periodi storici. Sono raffigurati insieme, spalla a spalla, rannicchiati su una zattera. In questa diversa moltitudine di persone, emergono dal loro interno delle ali d’angelo per suggerire la presenza del sacro.Continua a leggere “Angels Unawares :il messaggio che esiste una componente sacra nello straniero, in termini di rifugiati e migranti.”

Peppino Impastato. Il 5 gennaio avrebbe compiuto 72 anni


Giuseppe (Peppino) Impastato nasce a Cinisi il 5 Gennaio del 1948. I suoi familiari erano mafiosi (il padre fu mandato al Confino durante il periodo fascista), e una sua zia aveva sposato il boss Cesare Manzella. Peppino frequenta il liceo classico di Partinico e in quegli anni si avvicina al PSIUP. Con altri giovani fondaContinua a leggere “Peppino Impastato. Il 5 gennaio avrebbe compiuto 72 anni”

“Il mio secolo bellissimo e triste”Osip Mandel’štam.


Nel dicembre 1938 il mondo perdeva uno dei suoi maggiori poeti, e non lo sapeva. In un lager dell’Estremo oriente sovietico moriva Osip Mandel’štam. Della sua memoria, sopravvissuta a stento, siamo debitori alla moglie Nadežda. Nadežda Mandel’štam riuscì a salvare le poesie del marito Osip, morto a causa delle purghe staliniane, mandandone a memoria iContinua a leggere ““Il mio secolo bellissimo e triste”Osip Mandel’štam.”

Prima gli italiani; i soldati neri morti per noi nella Seconda guerra mondiale.


Il battaglione Buffalo, tutto composto da afroamericani, era impiegato per le azioni disperate. La 92ª divisione di fanteria, conosciuta come Buffalo Soldiers,  combatté durante la  seconda guerra mondiale . Il tenente John R. Fox apparteneva al 366º Reggimento di fanteria quando sacrificò la sua vita per sconfiggere i tedeschi e salvare la vita dei propriContinua a leggere “Prima gli italiani; i soldati neri morti per noi nella Seconda guerra mondiale.”