Pubblicato in: CRONACA

San Valentino: storia, miti e leggende del santo degli innamorati


 Secondo alcune leggende fu la Chiesa a sceglierlo per rimpiazzare il dio Lupercus, venerato nell’antica Roma proprio in questo periodo dell’anno.Difatti se per qualcuno la data della ricorrenza è riconducibile al giorno in cui Valentino venne martirizzato nel 273, per altri la scelta dipende piuttosto dai Lupercalia, antichi rituali di fertilità celebrati nell’antica Roma il 15 febbraio, con tanto di processioni e amore libero.

san-valentino-vetrata

Trattandosi di un rito considerato impuro dalla Chiesa, quest’ultima decise di rimpiazzare il dio Lupercus con il martire cristiano Valentino. Fu Papa Gelasio a volerlo nel 496 d.C..Perché proprio lui? Perché Valentino, secondo alcune leggende, era uno dei pochi vescovi della sua epoca a ufficializzare le unioni fra fidanzati cristiani e inoltre dedicò tutta la vita alla comunità cristiana dimostrando moltissima fede.

Per quanto riguarda la festa odierna, probabilmente si deve all’associazione fatta da Geoffrey Chaucer (1343 – 1400), nel suo poema “Parlamento degli uccelli“, tra la ricorrenza e il fidanzamento di Riccardo II d’Inghilterra con Anna di Boemia.

 

 

 

 

San Valentino: storia, miti e leggende del santo degli innamorati (ma anche dei bambini)