Youns El Bossettaoui: gli serviva solo aiuto.


Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona, bambino, in piedi e attività all'aperto

Youns El Bossettaoui, il 39enne ucciso dall’assessore leghista alla Sicurezza del comune di Voghera, aveva una moglie e due figli di cinque e otto anni che al momento si trovano in Marocco. Da qualche tempo soffriva di problemi psichici tanto che, stando a quanto rivelato dai legali dei parenti della vittima, era stato ricoverato in una struttura di Vercelli dalla quale era scappato desideroso di tornare a Voghera che considerava casa sua. Proprio lì, in passato, era stato seguito dai servizi sociali. Per poi, con il cambio della giunta, essere abbandonato a se stesso. Con i tagli ai servizi sociali da parte dell’Assessorato, i senzatetto sono diventati un problema di sicurezza. Il ritratto che emerge è quello di una persona fragile, che aveva bisogno di cure e attenzioni, ma che era stato dimenticato dalla società e lasciato ai margini. Negli anni il Comune di Voghera ha fatto balzare agli ultimi posti dell’agenda politica l’attenzione ai fragili, L’assessorato alle Politiche sociali durante la pande ha tagliato 151 assegni destinati alle persone in difficoltà”.

https://www.fanpage.it/milano/due-figli-e-tanti-problemi-chi-era-youns-luomo-ucciso-dallassessore-gli-serviva-solo-aiuto/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: