Sono finite le Paralimpiadi: ora non dimentichiamoci delle persone con disabilità.


Durante le settimane delle Paralimpiadi le luci erano puntate sulle storie di atleti e atlete che ci hanno spesso emozionato. Ma ora, mentre calano i riflettori, non possiamo dimenticarci che il nostro Paese è ancora indietro quando si parla di inclusione e accessibilità per le persone con disabilità. Sono ancora pochi i fondi che investiamoContinua a leggere “Sono finite le Paralimpiadi: ora non dimentichiamoci delle persone con disabilità.”

5 settembre 1938: vennero introdotte le leggi razziali.


La pagina più vergognosa della storia d’Italia, l’inizio di una lunga notte durata sette anni. Si tratta di una serie di regi decreti legge che, tra l’estate e l’autunno del 1938 a cominciare dal 5 settembre, furono firmati da Benito Mussolini in qualità di capo del governo e poi promulgati dal re Vittorio Emanuele III,Continua a leggere “5 settembre 1938: vennero introdotte le leggi razziali.”

Le microplastiche: l’appello della Fondazione Umberto Veronesi per uscire dal Plasticene.


Le pericolose microplastiche sono ormai ovunque: nelle acque degli oceani, nei fiumi, nei terreni, nell’atmosfera, nell’aria, nel cibo, nell’acqua potabile, negli organismi degli animali, nella placenta umana, e persino in luoghi remoti, dove non vi è la presenza umana. E ancora gran parte gli effetti sulla salute e sull’ambiente restano sconosciuti. Prima che sia troppoContinua a leggere “Le microplastiche: l’appello della Fondazione Umberto Veronesi per uscire dal Plasticene.”

Bielorussia, l’oppositrice Maria Kolesnikova condannata a 11 anni di prigione.


L’accusa è di aver complottato per fare un colpo di stato, di aver incitato ad azioni che avrebbero minato la sicurezza nazionale e aver creato un’organizzazione estremista. Oltre a lei è stato condannato per lo stesso motivo a 10 anni di carcere un altro importante attivista dell’opposizione, Maxim Znak. Entrambi si trovavano in carcere dalContinua a leggere “Bielorussia, l’oppositrice Maria Kolesnikova condannata a 11 anni di prigione.”