La mezzaluna fertile ora è arida: l’Eufrate a secco.


Potrebbe essere un'immagine raffigurante corpo idrico e natura

Il grande fiume della terre culla della civiltà è oggi a livelli bassissimi soprattutto in Siria. Nel Nord Est cinque milioni di persone rischiano di rimanere senz’acqua e corrente elettrica. Un tempo la striscia di terra compresa fra il Tigri e l’Eufrate, in Medio Oriente, era così rigogliosa da meritarsi il soprannome di “mezzaluna fertile”. .Adesso, invece, la desertificazione avanza mettendo in pericolo intere popolazioni. Le organizzazioni umanitarie temono un’imminente catastrofe nel nordest della Siria, dove la scarsa portata dell’Eufrate preoccupa già dal mese di gennaio. Una situazione che minaccia di impedire il funzionamento delle due principali centrali idroelettriche della regione, riducendo drasticamente la fornitura già carente di energia elettrica e acqua pulita. L’Eufrate, lungo 2.800 chilometri, nasce in Turchia per poi attraversare Siria e Iraq. Alcune organizzazioni curdo-siriane accusano il governo turco di sfruttare l’acqua come arma di guerra, diminuendone intenzionalmente l’afflusso nelle regioni della Siria controllate dai curdi. La Turchia sta fronteggiando una delle peggiori siccità di sempre a causa dei cambiamenti climatici. Precipitazioni così scarse non si vedevano da almeno trent’anni. Nei periodi più secchi, la Turchia cerca di proteggere i suoi abitanti, senza pensare ai curdi.

https://www.repubblica.it/green-and-blue/2021/09/02/news/la_mezzaluna_fertile_ora_e_a_secco_l_eufrate_senza_acqua_e_un_disastro_umanitario-316121195/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: