Solidarietà a Nicola Gratteri e alla sua famiglia.


Potrebbe essere un'immagine raffigurante 2 persone e persone in piedi

Il neo collaboratore Antonio Cataldo – l’ultimo pentito di ‘Ndrangheta – ha parlato dell’odio degli ‘ndranghetisti verso Nicola Gratteri.

Ha raccontato che nel 2013 un altro detenuto di Locri, gli aveva “raccontato del progetto per compiere un attentato al figlio di Nicola Gratteri che in quel momento era stato proposto come ministro della Giustizia”.

“C’era un allarme in generale… delle persone detenute… loro temevano delle… dei processi… e leggi più ferree”, ha detto, aggiungendo poi inquietanti particolari sulle modalità con le quali doveva essere commesso il delitto: “Specifico che non volevano spararlo ma che lo avrebbero investito con una macchina”.

Qualche tempo dopo il 2013, Nicola denunciò una brutta intimidazione ai danni di suo figlio che somigliava ad un sopralluogo pre-attentato. Queste dichiarazioni sono gravissime e allarmanti. Da oltre 30 anni il procuratore Gratteri vive minacciato dalle ‘ndrine, ma il piano ai danni dei suoi affetti più cari, è sconvolgente.

https://www.corrieredellacalabria.it/2021/09/19/solidarieta-a-gratteri-e-alla-sua-famiglia-la-vicinanza-del-membro-del-csm-ardita/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: