Paul Rusesabagina condannato a 25 anni.


Giudicato colpevole Rusesabagina, l’uomo che ispirò il film “Hotel Rwanda”: condannato a 25 anni. Paul Rusesabagina divenne molto noto quando la sua storia fu raccontata nel film Hotel Rwanda, del 2004. Durante il genocidio ruandese del 1994, in cui morirono tra 800mila e un milione di persone (prevalentemente di etnia tutsi, allora corrispondente a circaContinua a leggere “Paul Rusesabagina condannato a 25 anni.”

Bangkok: i tetti dei taxi diventano orti urbani.


A causa del significativo calo del turismo in Thailandia, dovuto alle rigide regole imposte nel Paese a seguito della pandemia, la società Boworn Taxi Cooperative ha perso i suoi principali clienti. Molti tassisti sono dovuti tornare nei villaggi, abbandonando le loro automobili. Così a ovest della città, in un parcheggio all’aperto, alcuni dipendenti hanno decisoContinua a leggere “Bangkok: i tetti dei taxi diventano orti urbani.”

“Festa per la fine del mondo”.


Venerdì 24 settembre, in tutte le piazze italiane, è stato organizzato da “Fridays For Future”, uno sciopero generale chiamato anche “Festa per la fine del mondo”. La protesta coinvolgerà tutti gli attivisti che sposano la causa dell’emergenza climatica, chiedendo decarbonizzazione e contenimento dell’aumento della temperatura di 1,5 gradi entro il 2030. Su Instagram è stataContinua a leggere ““Festa per la fine del mondo”.”

Afghanistan. La protesta via Twitter: vogliamo le ragazze a scuola.


Mentre gli esponenti del nuovo governo dei talebani in Afghanistan fanno sapere che le donne non potranno tornare al lavoro, sui social parte una campagna a sostegno di bambine e ragazze escluse dalle scuole: #withoutmysisteriwillnotgotoschool è l’hashtag con cui i ragazzi stanno affermando che “Senza mia sorella a scuola non ci vado”. Dopo la chiusuraContinua a leggere “Afghanistan. La protesta via Twitter: vogliamo le ragazze a scuola.”

Texas, cavalli e frustate della Polizia contro i migranti al confine.


Continua l’emergenza migranti al confine tra Stati Uniti e Messico, dove è scoppiata una nuova crisi umanitaria per l’arrivo di oltre 10mila persone. E nel Paese cresce l’indignazione, dopo che i media americani hanno diffuso un filmato in cui si vedono alcuni agenti della polizia di frontiera Usa a cavallo mentre frustano i migranti, moltiContinua a leggere “Texas, cavalli e frustate della Polizia contro i migranti al confine.”