Afghanistan. La protesta via Twitter: vogliamo le ragazze a scuola.


Potrebbe essere un'immagine raffigurante bambino e in piedi

Mentre gli esponenti del nuovo governo dei talebani in Afghanistan fanno sapere che le donne non potranno tornare al lavoro, sui social parte una campagna a sostegno di bambine e ragazze escluse dalle scuole: #withoutmysisteriwillnotgotoschool è l’hashtag con cui i ragazzi stanno affermando che “Senza mia sorella a scuola non ci vado”. Dopo la chiusura di molte scuole a Kabul e in tutto il Paese, infatti, venerdì scorso i talebani hanno ordinato ai funzionari di supervisionare la riapertura di scuole pubbliche e private per i ragazzi di scuole medie e superiori: “Tutti gli studenti maschi e gli insegnanti devono essere presenti nelle loro scuole” recita l’annuncio. Assente la voce “ragazze”. Da qui, sui social network, si è scatenata la campagna, con foto dei giovani che espongono cartelli con su scritto il loro appello in lingua pashtu e inglese.

https://www.avvenire.it/mondo/pagine/afghanistan-voci-di-protesta-vogliamo-le-ragazze-a-scuola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: