IERI HO VISTO HIMMLER


Ieri a Treviso sono arrivati alcuni profughi e gli abitanti del quartiere sono insorti. Nella notte qualcuno di loro è entrato negli appartamenti e ha incendiato i mobili, i divani, i vestiti, le sedie e perfino le ciabatte destinate ai profughi. Poi il giorno dopo, gli stessi abitanti del quartiere, hanno impedito a una cestaContinua a leggere “IERI HO VISTO HIMMLER”

A vent’anni non puoi aspettare le istituzioni


“La Digos il 21 marzo ha fatto incursione nel condominio che ci ha ospitato per salire sul tetto – raccontano i ragazzi del cinema America – Cosa hanno trovato? Le terrazze pulite e le scale del palazzo bagnate dal nostro mocio, la nostra gentile protesta era già finita. Chiacchierando ci hanno confidato di essere statiContinua a leggere “A vent’anni non puoi aspettare le istituzioni”

L’obiettivo di Renzi: lavoratori tutti uguali e tutti sfruttati


Da molto tempo la propaganda sistemica, per giustificare lo smantellamento delle difese dei lavoratori, utilizza subdolamente i temi della precarietà e della disoccupazione, anche se dovrebbe essere evidente, soprattutto a chi vive situazioni di precarietà, di lavoro nero e di assenza di occasioni lavorative, che i contratti a termine del precariato e la disoccupazione diContinua a leggere “L’obiettivo di Renzi: lavoratori tutti uguali e tutti sfruttati”

La morte di Davide Bifolco e il vittimismo del potere


Davide, ammazzato da un carabiniere prima di compiere 17 anni. Il testo più utile e chiaro sull’uccisione di Davide Bifolco da parte di un uomo armato in divisa l’ho letto. Si intitola Non è un paese per poveri: Davide Bifolco e il razzismo di classe in Italia. Sul serio, andate a leggerlo, e solo dopoContinua a leggere “La morte di Davide Bifolco e il vittimismo del potere”

Non è un paese per poveri: #DavideBifolco e il #Razzismo di classe in #Italia


Partiamo dall’inizio, per chiarire le cose: noi, come tanti altri, nel Rione Traiano sabato 6 settembre c’eravamo. In realtà eravamo lì già il giorno prima, quando ci ha travolto la notizia che un carabiniere avesse ucciso un ragazzino di 16 anni. Scusateci, ma non siamo proprio capaci di guardare quello che accade attorno   a noiContinua a leggere “Non è un paese per poveri: #DavideBifolco e il #Razzismo di classe in #Italia”

La resistenza con la scopa


Hanno sperimentato sulla loro vita il nuovo “ammortizzatore” sociale: otto mesi in mobilità col 75 per cento di uno stipendio di 550 euro. E poi si salvi chi può: tutte e 595 in mezzo alla strada. Che resistenza avrebbero potuto opporre tante donne povere, ignoranti, isolate, invecchiate senza diritti né sindacato? Se erano finite conContinua a leggere “La resistenza con la scopa”

Il vigile che si ribella agli sfratti


di Fabio Sebastiani Spagna, è un vigile del fuoco l’eroe della lotta contro gli sfratti. Il suo nome Roberto Rivas a molti, soprattutto in Italia, non dirà nulla. Ma lui, che di mestiere fa il vigile del fuoco è diventato un simbolo della lotta agli sfratti nel suo paese, la Spagna. Più di un annoContinua a leggere “Il vigile che si ribella agli sfratti”

Renzi, il petrolio e i comitati


Davvero Renzi e il governo pensano che il futuro dell’Italia e del pianeta sia ancora nel fare buchi per il petrolio? Ma perchè i bambini di Gela e di Viggiano e delle città al petrolio presenti e future non meritano l’aria pulita? di Maria Rita D’Orsogna* Il futuro del nostro paese è lontano dai combustibiliContinua a leggere “Renzi, il petrolio e i comitati”

Saviano, Martone, Servillo, Rohrwacher, Benni, Celestini: «Stop agli F35»


L’appello. Vanno sostenute tutte le iniziative parlamentari finalizzate a bloccare la scelta sbagliata sugli F35, puntando alla cancellazione definitiva di questo programma Nei pros­simi giorni la Camera dei Depu­tati tor­nerà a discu­tere, con pos­si­bi­lità di deci­dere, sulla que­stione dei cac­cia F35. Con que­sto appello — dopo la grande cre­scita degli ultimi anni di ini­zia­tive con­troContinua a leggere “Saviano, Martone, Servillo, Rohrwacher, Benni, Celestini: «Stop agli F35»”

Vi presento Matteo Renzi, l’uomo che ha svuotato la sinistra


Da Pontassieve a Palazzo Chigi, la storia dell’inarrestabile e spietata scalata al potere di uno scout. Posted by Leonardo Bianchi on 2 settembre 2014 in Post Articolo in partnership con Fanpage.it Lo scorso luglio il giornale online francese Mediapart, uno dei più autorevoli e innovativi nel panorama informativo d’Oltralpe, ha dedicato a Matteo Renzi unaContinua a leggere “Vi presento Matteo Renzi, l’uomo che ha svuotato la sinistra”

RENZI, PORTABORSE DI ENI E FINMECCANICA di Alex Zanotelli


Mentre arrivava in Senato  il disegno di legge sulla Cooperazione allo sviluppo, il presidente del ConsiglioMatteo Renzi partiva per il suo viaggio in Africa . Un viaggio emblematico che ci aiuta a capire come leggere il nuovo disegno di legge sulla cooperazione. Ritengo che sia la nuova legge come il viaggio di Renzi  possano essereContinua a leggere “RENZI, PORTABORSE DI ENI E FINMECCANICA di Alex Zanotelli”

Il senso dell’assedio


Dieci ore di pullmann nel deserto del Sinai e si arriva al valico di Rafah. Il cancello nero di ferro battuto si apre. E’ un giorno fortunato. Il primo impatto è desolante, macerie ovunque, poi arriva una innaturale pressione sul petto che soffoca il respiro: è il senso dell’assedio. Mahmud ha 17 anni, era allaContinua a leggere “Il senso dell’assedio”

“HAI VISTO CHI TI SPARAVA?”


Provengono dallo stesso distretto, hanno la stessa età, sono ricoverati nello stesso reparto, uno di fronte all’altro, nel nostro ospedale per vittime di guerra a Lashkar-gah, in Afghanistan. Shamsullah, 12 anni, di Sangin, ha subito una doppia amputazione alle gambe. La causa: l’esplosione di una mina ha travolto il carretto sul quale lui e ilContinua a leggere ““HAI VISTO CHI TI SPARAVA?””

Fuck Israel. Fuck Hamas


The Gaza Youth Breaks Out Manifesto* Fanculo Hamas. Fanculo Israele. Fanculo Fatah. Fanculo Nazioni Unite. Fanculo Unwra. Fanculo Usa! Noi, i giovani di Gaza, siamo stufi di Israele, di Hamas, dell’occupazione, delle violazioni dei diritti umani e dell’indifferenza della comunità internazionale! Vogliamo urlare e rompere questo muro di silenzio, di ingiustizia e di indifferenza, come gli F16 israeliani romponoContinua a leggere “Fuck Israel. Fuck Hamas”

Era la nipote di Mubarak


Di Norma Rangeri  (Il Manifesto) Non sarà lo sta­ti­sta che in Europa e nel mondo ci invi­dia­vano, ed è pur sem­pre un impren­di­tore pre­giu­di­cato per reati di frode fiscale, oltre che un ex pre­si­dente del con­si­glio a pro­cesso per la compra-vendita di par­la­men­tari. Ma con l’assoluzione pro­nun­ciata dai giu­dici della corte d’appello di Milano, oggiContinua a leggere “Era la nipote di Mubarak”

Renzi ‘o Flop. Il Nulla Oltre l’Hashtag.


Negli ultimi giorni la strategia comunicativa del presidente del consiglio appare clamorosamente inceppata. Ad esempio, il silenzio colpevole e risentito sulla grossa cantonata presa a Digital Venice dove un’operazione di marketing di immagine si è trasformata in una Caporetto mediatica a livello internazionale è stato uno sbaglio fatale dopo un errore gravissimo. L’immagine vincente e risoluta è tutto inContinua a leggere “Renzi ‘o Flop. Il Nulla Oltre l’Hashtag.”

GRAZIE, NO. No al monopolio delle istituzioni


“Piaccia o meno a quelli che vogliono frenare, noi porteremo a casa il risultato. Faremo le riforme perché è giusto che l’Italia torni ad essere leader: non lasceremo l’Italia a chi dice solo “no”. Le parole di Renzi mettono il sigillo sul percorso di riforma della Carta Fondamentale nel quale il segretario del PD haContinua a leggere “GRAZIE, NO. No al monopolio delle istituzioni”

Breaking Beppe. La «guerra civile simulata» del Movimento 5 Stelle


Una segnalazione doverosa. La quarta edizione del libro di Giuliano Santoro Un Grillo qualunque esce ampliata, con un importante aggiornamento al post-Europee2014 e ulteriori precisazioni teoriche. Tanto che diventa un nuovo libro, un’opera diversa, da qui il nuovo titolo: Breaking Beppe. «La guerra civile simulata è il conflitto che viene solo agitato, che chiede di essere delegato e cheContinua a leggere “Breaking Beppe. La «guerra civile simulata» del Movimento 5 Stelle”

Le Renziforme


Di Gemma Gemson Mentre il prode Telematteo parla con veemenza alla procia Merkel, l’Italia accoglie con gaudio e tripudio le riforme che Berlusconi il governo farà nei prossimi mesi del prossimo governo: Canonizzazione asap di Maria Elena Boschi Serbelloni Mazzanti Viendalmare. Per massimizzare il rendimento degli edifici, le scuole di ogni ordine e grado resteranno aperte 24 ore suContinua a leggere “Le Renziforme”

MATTEO chi?


Matteo Renzi ai primi di Gennaio aveva esclamato «Fassina chi?», rispondendo in modo provocatorio all’allora viceministro dell’economia del governo Letta; di fronte alla vittoria di Renzi alle primarie del Pd, Fassina aveva dichiarato che l’esecutivo non era più in linea con la leadership di partito. Seguirono le dimissioni di Fassina e non passò molto cheContinua a leggere “MATTEO chi?”

Decreto Ambiente Protetto del ministro Galletti, per i Verdi è barbarie


Si è sentito parlare assai poco del ministro dell’ambiente Galletti in queste settimane, ma dopo aver conosciuto le misure del decreto 91, del decreto Ambiente Protetto, in molti rimpiangono i tempi in cui dal ministro dell’ambiente non giungeva quasi nessuna notizia. Angelo Bonelli dei Verdi parla di barbarie contenuta nel provvedimento. Cerchiamo di capire perché. Al centro delle critiche al decreto Ambiente protetto del ministroContinua a leggere “Decreto Ambiente Protetto del ministro Galletti, per i Verdi è barbarie”

IL GOVERNICCHIO RENZI FAVORISCE GLI INQUINATORI INDUSTRIALI


Coordinamento Nazionale Siti Contaminati Comunicato stampa 2/7/2014     Non basta il caso dei poligoni equiparati ad aree industriali, il Decreto 91/2014 nasconde una sorpresa ancora più tragica per le aree inquinate, da Taranto a Crotone, dal Sulcis a Porto Torres, da Bussi a Piano d’Orta, da Falconara a Mantova, da Trieste alla Valle del Sacco,Continua a leggere “IL GOVERNICCHIO RENZI FAVORISCE GLI INQUINATORI INDUSTRIALI”

Ciro Esposito – E i media rovesciano le parti


Ormai era una regola. Prima l’omicidio. Poi la speranza di avere anche un mezzo sospetto sull’omicida per darlo in pasto all’opinione pubblica. Al suo irrefrenabile desiderio di vendetta. Era una regola. Finora era andata sempre così. Dell’omicida, anche se solo indiziato, anche di striscio, in un minuto veniva rivelato tutto. Foto in tutte le pose.Continua a leggere “Ciro Esposito – E i media rovesciano le parti”

L’allarme non è la negritudine, ma sono i negrieri


La campagna xenofoba della Lega contro la Kyenge è fatta per nascondere l’unica vera emergenza: lo sfruttamento degli immigrati. [Miriam Vicinanza] Kyenge ministro della negritudine. Complimenti alla Lega per aver rispolverato il movimento letterario francofono che voleva riscoprire i valori culturali dei popoli neri (Negritude, in italiano negritudine). Già che c’erano avrebbero potuto tirar fuoriContinua a leggere “L’allarme non è la negritudine, ma sono i negrieri”

Un popolo si, di merda no


Francesca Pilla Pubblichiamo un’articolo tratto dal blog del manifesto “Napoli Centrale” a cura di Francesca Pilla. Il suo blog è un diario di bordo che racconta la complessità di Napoli e della Campania senza remore e filtri politici. In questa riflessione Francesca risponde ai tanti Adinolfi che hanno la memoria corta sulle responsabilità dei disastri della Campania. (Red) Mario Adinolfi, exContinua a leggere “Un popolo si, di merda no”

La mia terra è avvelenata


Fiume di gente ad Aversa contro Campania avvelenata   Franco Spinelli per LivioTV – “Quando poi tratta di scegliere e di andare…te la ritrovi tutta con gli occhi aperti chè sanno benissimo cosa fare”, mai parole furono più appropriate, perché è in momenti come questi che la gente fa la “storia” come cantava De Gregori nella famosa canzone. Un’autenticaContinua a leggere “La mia terra è avvelenata”

La solitudine dei lavoratori


Gianfranca Fois Bastano solo alcune delle ultime notizie sul fronte del lavoro (vedi l’Ilva di Taranto o il trasferimento in un paese dell’Est europeo dei macchinari di una fabbrica attuato di nascosto dal padrone durante l’assenza per ferie degli operai) per mostrarci ancora una volta il volto del capitalismo italiano, rozzo e straccione, naturalmente con leContinua a leggere “La solitudine dei lavoratori”

Famiglie tradizionali


Ho appreso con un certo orrore il caso della sposa-bambina yemenita, venduta dal patrigno a un quarantenne a soli otto anni, morta nella stanza d’hotel dove ha passato la “prima notte di nozze” in seguito alle conseguenze di un’emorragia interna. I miei pensieri dopo l’annientamento rispetto a una vicenda così spietata, disumana e disumanizzante, mi hannoContinua a leggere “Famiglie tradizionali”

Erri De Luca, i No Tav e gli scrittori che scodinzolano


Partirei da una riflessione di Loredana sul caso No Tav-Erri De Luca: Dunque Erri De Luca verrà denunciato. Non so su quanti quotidiani troverete la notizia, ma Ltf, la società che si occupa degli studi e della progettazione della Torino-Lione, ha deciso di portare lo scrittore in tribunale. I motivi? Ansa li riporta così: “L’iniziativa è legata alleContinua a leggere “Erri De Luca, i No Tav e gli scrittori che scodinzolano”

VACCINATI A MORTE


Sarebbero i vaccini numerosi, ripetuti, spesso fatti senza rispettare i protocolli, a indebolire il sistema immunitario di migliaia di militari (3700 al momento) scelti dall’Esercito perché sanissimi. Sembrerebbe che queste procedure aprono le porte a malattie molto gravi, specialmente nel momento in cui vengono esposti a materiali tossici o sostanze inquinanti che possono essere l’uranioContinua a leggere “VACCINATI A MORTE”

Giulio Cavalli e gli «amici politici» delle cosche


di Luca Rinaldi (LINKIESTA) Le parole dei collaboratori di giustizia, per quanto dichiarati affidabili dalla magistratura, sono sempre da prendere con le molle. Il passo da fare è quello di verificarle e di chiedere conto a coloro che sono tirati in ballo dalla dichiarazioni dei cosiddetti “pentiti”. Ecco, appurato che verificare i riscontri alle parole deiContinua a leggere “Giulio Cavalli e gli «amici politici» delle cosche”

Sturmundlettentruppen


dI Lameduck (Mente Critica) Che ci volete fare, siamo governati da questo qui. Il bello de zio in versione “proteggo tutto tranne le palle, che tanto non ho”, ha avuto, se non altro, il potere di rimettermi di buonumore dopo un inizio di giornata abbastanza fetuso. L’effetto ilarità da associazione con le Sturmtruppen di questo condottiero armatoContinua a leggere “Sturmundlettentruppen”

MATTEO RENZI : QUANDO L’APPARENZA CONTA PIU’ DELLA SOSTANZA….


Autore Gianluca Bellentani Qualche giorno fa sono stato alla Festa dell’ Unita’ di Bosco Albergati, tra Modena e Bologna, la sera stessa in cui l’ospite era il Sindaco di Firenze Matteo Renzi. E’ una Festa a cui vado ogni anno, la piu’ bella e famosa di questa zona. Come sapete non sono un fan diContinua a leggere “MATTEO RENZI : QUANDO L’APPARENZA CONTA PIU’ DELLA SOSTANZA….”

Venti anni persi inutilmente. E siete tutti colpevoli


diAldo Funicelli(sito) “Il populismo democratico ha quattro ingredienti: un popolo elettore che tende ad esprimersi in uno stile plebiscitario con un rapporto di finta immediatezza con il leader; la dominanza di una leadership personale, gratificata di qualità carismatiche; un sistema partitico semplificato con un ricambio di elite politiche che è di supporto immediato al leader; il ruoloContinua a leggere “Venti anni persi inutilmente. E siete tutti colpevoli”

Non ci sono soldi e i CIE diventano ancora più lager


by Luca Fazio Dopo 15 anni l’esperienza concentrazionaria più disumana e rimossa del Paese – i Centri di identificazione ed espulsione (Cie) – forse è giunta al capolinea. Certo non per un sussulto antirazzista, e nemmeno per un ripensamento della politica, ma solo perché sono finiti i soldi anche per gestire queste prigioni per stranieriContinua a leggere “Non ci sono soldi e i CIE diventano ancora più lager”

Bimbo viene obbligato a incontrare il padre pedofilo: aveva molestato la sorellina


L’avvocato Francesco Miraglia del foro di Modena ha querelato una psicologa ed un’assistente sociale di un consultorio dell’Alta Padovana che fa capo ai Servizi sociali dell’Ulss 15. Scrive il legale: “Il figlio della mia assistita viene costretto dai servizi ad incontrare il padre, dopo che l’uomo è stato rinviato a giudizio con l’accusa di averContinua a leggere “Bimbo viene obbligato a incontrare il padre pedofilo: aveva molestato la sorellina”

Il canto dell’ usignolo


(Dal blog della madre di Federico) Era un bambino di 8 anni e mezzo ! Federico era nato a Milano precisamente a Segrate il 19 Aprile 2000 era, come amava lui stesso definirsi, un bambino del terzo millennio. Era bellissimo tutti lo dicevano ma la cosa che maggiormente colpiva di lui era il suo carattere:Continua a leggere “Il canto dell’ usignolo”

Nessuno ha protetto Federico


(dalla pagina fb no alla violenza contro le donne) Il bimbo che vedete nella foto si chiamava Federico e aveva 8 anni e mezzo. è stato ucciso a coltellate dal papà durante un “incontro protetto”. Anche stavolta, il papà era già stato denunciato e la madre aveva tentato di spiegare i rischi che il piccoloContinua a leggere “Nessuno ha protetto Federico”

MARICICA HAHAIANU (ROMANIA 1978 – ROMA 15.10.2010)


di masticone Il nome di questa donna è difficile da ricordare. Sono certo che molto presto sparirà dalla memoria collettiva e diventerà solo “quella donna rumena che ha avuto sfortuna”. Quella che ha trovato il classico bullo di paese. Uno che dopo averla insultata per futili motivi, urlandole di tornarsene da dove veniva ha visto bene, per sentirsiContinua a leggere “MARICICA HAHAIANU (ROMANIA 1978 – ROMA 15.10.2010)”

Arrestato Ligresti con famiglia: la fine di un impero del mattone


di Giorgio Salvetti Dopo il disastro finanziario, le manette. L’epopea del principe del mattone Salvatore Ligresti, detto Totò, uno degli uomini chiave del capitalismo italiano degli ultimi quarant’anni, è finita con l’arresto suo e di tutti i suoi figli per ordine della procura di Torino. Il patriarca è ai domiciliari a Milano. Le figlie GiuliaContinua a leggere “Arrestato Ligresti con famiglia: la fine di un impero del mattone”

Calderoli si tolga dai piedi


Presa di posizione dei missionari comboniani contro le mancate dimissioni da vice presidente del Senato dell’esponente leghista, e sull’inerzia colpevole della maggioranza parlamentare. La decenza evidentemente non appartiene all’etica politica di Roberto Calderoli, vice presidente, pro tempore, del Senato. Le dimissioni? Ma quando mai? Bastano le scuse personali, a suo dire, a Cécile Kyenge  per chiudereContinua a leggere “Calderoli si tolga dai piedi”

ILVA, OMISSIONI E BUGIE


di Ernesto Burgio La replica di ISDE Italia: “La parzialità e la superficialità delle dichiarazioni di Bondi sono coerenti con il decennale disinteresse delle nostre classi dirigenti per i danni cagionati dall’inquinamento ambientale. Il Governo ristabilisca la verità” Il Commissario dell’Ilva, Enrico Bondi è stato nominato dal Governo per rappresentare gli interessi di tutti. Tuttavia le sue recentiContinua a leggere “ILVA, OMISSIONI E BUGIE”

Il coraggio di Federica Cardia


Roberto Loddo “Mi chiamo Federica e ho 30 anni. Nell’aprile del 2011 mi è stato diagnosticato un tumore al colon al quarto stadio e da allora la mia vita è cambiata per sempre”. Questo è l’inizio della storia di Federica Cardia, una ragazza sarda che sta combattendo con tutte le sue forze contro un grandeContinua a leggere “Il coraggio di Federica Cardia”

Il leghismo come eversione e come viltà


Oggi Salvini difende Calderoli scagliandosi contro Napolitano che aveva mostrato indignazione. L’elenco delle scandalose parole razziste di esponenti leghisti è lunghissima. E basta sintonizzarsi su “Radio Padania” per capire come pietà, solidarietà, comprensione e compassione siano concetti che non hanno patria qui, in questa Patria farlocca che chiamano “Padania”. Voglio segnalare solo due cose: la viltàContinua a leggere “Il leghismo come eversione e come viltà”

Caso Shalabayeva. Un governo senza dignità


La qualità di un governo si vede da queste cose. Ministri e alti funzionari di polizia si mettono a disposizione di un ambasciatore, senza porsi nessuna domanda su cosa stiano facendo. Ovvero perché. Si resta senza parole davanti alla somma di servilismo, incompetenza, disprezzo per la libertà degli esseri umani, vigliaccheria e fuga dalle responsabilitàContinua a leggere “Caso Shalabayeva. Un governo senza dignità”

Expopolis Il grande gioco di Milano 2015


Dal Manifesto di martedì 9 luglio, intervista di Luca Fazio a Rob Maggioni L’evento messianico è stato benedetto domenica da Re Giorgio alla Villa Reale di Monza. La storiella adesso è ufficiale: «Expo 2015 è un’occasione per tutto il paese». Ne parliamo con Roberto Maggioni, giornalista di Radio Popolare e autore del libro Expopolis. IlContinua a leggere “Expopolis Il grande gioco di Milano 2015”

Calderoli, il Pitecantropo Padano


Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato, ha insultato ieri il ministro dell’Integrazione Cécile Kyenge durante un comizio della Lega a Treviglio: “Quando la vedo non posso non pensare a un orango”. Sul web si moltiplicano le iniziative per chiederne le dimissioni. La sinistra milanese è particolarmente indignata, perché ci siamo ritrovarti Maroni a governare in regioneContinua a leggere “Calderoli, il Pitecantropo Padano”

Francesco


Di  Giulio  Cavalli Se quel Papa che oggi è sbarcato a Lampedusa senza fronzoli e vestali e ha parlato all’Italia e all’Europa dicendo che “Dio ci giudica da come trattiamo i migranti” è il rappresentante “istituzionale” (credenti o no) più coraggioso nel campo della solidarietà e dei diritti significa che che abbiamo una notizia buona e unaContinua a leggere “Francesco”