L’8 Marzo delle schiave dimenticate: storia di Adelina, ribellatasi al racket della prostituzione che ha fatto liberare decine di donne


Adelina è una bella ragazza albanese. Bella non solo nel senso “fisico”, ma totale: vivace nel dialogo, intensa, vera, sincera, intelligente. Schietta, di una schiettezza pulita e rara, la schiettezza di chi ha sofferto. Parla con me, in un italiano a volte incerto nella forma ma sicuramente molto preciso nei contenuti: praticamente l’esatto contrario diContinua a leggere “L’8 Marzo delle schiave dimenticate: storia di Adelina, ribellatasi al racket della prostituzione che ha fatto liberare decine di donne”

Il Bar dello Sport dei Professori Emeriti


Se c’è una cosa che mi causa fastidio fisico, epidermico, immediato è il benaltrismo. Il classico discorso da “bar dello sport” “E allora quello? E allora quell’altro? Si ma se invece di pensare a quello pensassero a…? Ma non ci sono cose più importanti?”. La scaletta che parte dai famosi braccianti calabresi di un notoContinua a leggere “Il Bar dello Sport dei Professori Emeriti”

La civiltà che crolla e “la giostra delle infrastrutture”


Dopo quanto accaduto a Firenze, direi che è arrivata l’ora di “fare un po’ di conti”, come si dice in ogni buona famiglia quando, coi bilanci che scarseggiano, la casa comincia ad andare in pezzi. Dico questo perché se da una parte a fare certe considerazioni si rischia di essere bollati per “polemici beceri eContinua a leggere “La civiltà che crolla e “la giostra delle infrastrutture””

L’Arcobaleno…nuvoloso


Dunque, alla fine ce l’abbiamo fatta. Dopo anni di battaglie, di polemiche, di scontri feroci l’Italia ha una legge sui diritti civili. Adesso assistiamo a piazze in festa color arcobaleno, effettivamente è una conquista di civiltà non da poco per uno Stato che era restato il fanalino di coda di mezzo mondo civilizzato, senza contareContinua a leggere “L’Arcobaleno…nuvoloso”