QUANDO ARRIVI A MONTE SOLE….


di Gianluca Bellentani  Quando arrivi a Monte Sole una mattina di inizio ottobre, la prima cosa che guardi e’ il paesaggio intorno. Stai salendo col pullman verso Marzabotto, il Paese dove si terra’ come ogni anno, la cerimonia per ricordare le 770 vittime della strage del 1944. Dolci colline ti circondano ed e’ tutta un’Continua a leggere “QUANDO ARRIVI A MONTE SOLE….”

Una Bretella per le Olimpiadi


Con il documento di economia e finanza (DEF), Delrio si è inventato un #cambiaverso tutto suo: accetta sulle Grandi Opere, stop alla tattica dell’emergenza per concludere in tempo utile le infrastrutture, valorizzazione dei progetti volti a promuovere una vera sostenibilità nel pieno rispetto delle regole europee. Leggere il DEF 2015 significa comprendere che, almeno inContinua a leggere “Una Bretella per le Olimpiadi”

14 luglio 1938 – 29 giugno 1939: Vergogniamoci! (parte 3)


“Non importa se sei nero e bianco, ispanico, asiatico o nativo-americano, giovane o vecchio, ricco o povero, abile o disabile, omosessuale o eterosessuale, negli Stati Uniti ce la puoi fare, se solo hai voglia di provarci” (Barack Obama) CONSULTA: PARTE 1 > https://ilmalpaese.wordpress.com/2015/04/05/14-luglio-1938-29-giugno-1939-vergogniamoci/ ; PARTE 2 > https://ilmalpaese.wordpress.com/2015/04/06/14-luglio-1938-29-giugno-1939-vergogniamoci-parte-2/ 15 novembre 1938: Integrazione e coordinamento inContinua a leggere “14 luglio 1938 – 29 giugno 1939: Vergogniamoci! (parte 3)”

ROM E SINTI: ANCHE LORO SONO ESSERI UMANI


8 APRILE 2015: GIORNATA INTERNAZIONALE DEI ROM E DEI SINTI. Lo sapete che: 1) Rom e Sinti sono la più grande minoranza europea (oltre 12 milioni di persone)? 2) non hanno Patria e non hanno mai fatto una guerra per rivendicarne una? 3) in Italia sono oltre 150mila, di cui la metà e più hannoContinua a leggere “ROM E SINTI: ANCHE LORO SONO ESSERI UMANI”

14 luglio 1938 – 29 giugno 1939: Vergogniamoci! (Parte 2)


Parte 2 Leggi la Puntata precedente: http://elnuevodia.altervista.org/14-luglio-1938-29-giugno-1939-vergogniamoci/ 5 settembre 1938: regio decreto per la difesa della razza nella Scuola> decreto con Effetti retroattivi, vieta Agli Ebrei di accedere agli studi scolastici ed universitari, impone il non Esercizio (o l’abbandono, qualora Già avviate) delle professioni inerenti l’ambito dell’Istruzione (docente, presiederà, Direttore etc.). Tale «pulizia» riguarda alsoContinua a leggere “14 luglio 1938 – 29 giugno 1939: Vergogniamoci! (Parte 2)”

14 luglio 1938 – 29 giugno 1939: Vergogniamoci!


«Abbiamo imparato a volare come gli uccelli, a nuotare come i pesci, ma non abbiamo imparato l’arte di vivere come fratelli» (Martin Luther King) Parte 1 La Costituzione repubblicana ovviamente ancora non c’era. Però, una Carta che reggeva il nostro ordinamento esisteva: lo Statuto Albertino, emanato nel 1848 per il Regno di Sardegna e poiContinua a leggere “14 luglio 1938 – 29 giugno 1939: Vergogniamoci!”

Per Mussolini, per i campi di concentramento


Non tutti gli italiani celebrano allo stesso modo il 25 aprile, data in cui l’Italia viene liberata dal nazifascismo. Per molti è il momento di celebrare la Resistenza, la ritrovata libertà, la fine di un incubo; per altri è un giorno di lutto, il momento in cui il nostro Paese «legittimo»(quello di Salò, dell’Italia ancoraContinua a leggere “Per Mussolini, per i campi di concentramento”

10 GIUGNO 1940: L’APPIATTIMENTO DI UN POPOLO


“… Ancora tuona il cannone, ancora non è contento di sangue la belva umana e ancora ci porta il vento e ancora ci porta il vento…  Io chiedo quando sarà che l’ uomo potrà imparare a vivere senza ammazzare e il vento si poserà e il vento si poserà…” Francesco Guccini 10 giugno 1940: l’appiattimentoContinua a leggere “10 GIUGNO 1940: L’APPIATTIMENTO DI UN POPOLO”

Una grande opera per il Paese: abbonamento bicicletta + treno a livello nazionale


Partiamo da qualche buona notizia. Innanzitutto è doveroso evidenziare quanto uscito dal New York Times: il 2014 è l’anno in cui l’economia globale è cresciuta, ma le emissioni di Co2 hanno invertito la rotta. Giusto per dare qualche numero: nel 2012 abbiamo immesso nell’atmosfera 34,5 miliardi di tonnellate di Co2, nel 2013 ben 35 miliardiContinua a leggere “Una grande opera per il Paese: abbonamento bicicletta + treno a livello nazionale”

BREVE ELOGIO DELLA SOLIDALE COERENZA DELLA GENTE (titolo strano tanto quanto lo è la gente)


Quanto siete belli. Soprattutto, quanto siete solidali con gli altri. Forse siete (non tutti) anche quelli che hanno vestito la maglia ‪#‎jesuischarlie‬ e che, addirittura, sono scesi in piazza qualche giorno dopo a Parigi. Qualche giorno fa un ragazzo, Davide Raggi, è stato ucciso da un marocchino già espulso dall’Italia e rientrato con i barconi.Continua a leggere “BREVE ELOGIO DELLA SOLIDALE COERENZA DELLA GENTE (titolo strano tanto quanto lo è la gente)”

Una relazione “epocale”: i matrimoni gay sono un diritto umano


Una semplice quanto fondamentale relazione è uscita dal Parlamento Europeo il giorno 12 marzo 2015. Infatti, con 308 voti a favore, 229 contrari e 48 astenuti si è sancito che i matrimoni tra persone dello stesso sesso sono un diritto umano su cui gli Stati devono impegnarsi in tal senso. Forse è la prima voltaContinua a leggere “Una relazione “epocale”: i matrimoni gay sono un diritto umano”

MOSTRA SU IMMIGRAZIONE E RAZZISMO. PARTECIPA ANCHE TU!


Stiamo lavorando alla realizzazione di una mostra basata sulla tematica “Razzismo e Immigrazione”. Ciascuno di voi può contribuire con un post (carattere TIMES NEW ROMAN 12, lunghezza max 1 pagina) inerente tale tema. Il tutto dovrà essere inviato entro il 16 marzo 2015 all’indirizzo cioetaangelo@hotmail.it 🙂 P.S.: il contenuto sarà accettato se: 1) NON OFFENSIVO; 2)Continua a leggere “MOSTRA SU IMMIGRAZIONE E RAZZISMO. PARTECIPA ANCHE TU!”

Passo dopo passo, “correggiamo” il discorso di Salvini


Nella prima puntata (http://elnuevodia.altervista.org/analizzando-il-discorso-di-salvini-difficile-credere-quanto-ha-dichiarato/?doing_wp_cron=1425560040.0055489540100097656250 ) abbiamo cominciato ad analizzare il discorso di Matteo Salvini, tenutosi a Piazza del Popolo in Roma il 28 febbraio 2015. 10 scempiaggini le abbiamo demolite una dopo l’altra; il problema è che ce ne sono ancora molte altre da analizzare. Anzi, capita spesso che alcune le si dimentichi, oppure seiContinua a leggere “Passo dopo passo, “correggiamo” il discorso di Salvini”

Analizzando il discorso di Salvini… difficile credere a quanto ha dichiarato


C’è chi sostiene che non conviene parlare troppo di quello che esprime la Lega Nord, perché la si aiuterebbe soltanto a guadagnare consensi. Io conosco la lezione del M5S: meno se ne parlava e più loro crescevano modalità “sottobosco”, con le soli armi del web e dei «vaffa!» di Beppe Grillo. Lì dove i partitiContinua a leggere “Analizzando il discorso di Salvini… difficile credere a quanto ha dichiarato”

BICI E TRENO SULLO STESSO BINARIO: #sipuòfare


SOSTIENI IL NOSTRO OBIETTIVO: STAMPA L’IMMAGINE E DIVULGALA NEL TUO COMUNE; CLICCA SUL SEGUENTE LINK https://www.change.org/p/trenitalia-spa-abbonamento-bici-treno-nazionale E FIRMA LA PETIZIONE; ADERISCI AL GRUPPO FACEBOOK BICI+TRENO PER RESTARE AGGIORNATO. grazie per il tuo sostegno! FONTE: http://elnuevodia.altervista.org/bici-e-treno-sullo-stesso-binario-sipuofare/

Le volevano morte


2 ragazze, alla giovanissima età (più o meno) di venti anni, decidono di andare in Siria a fare del volontariato. Commettono errori gravi (ad esempio non aver avvisato le istituzioni di ciò), ma il livello di pericolo non si sarebbe abbassato più di tanto. Malauguratamente, vengono catturate da un gruppo di terroristi. Si teme ilContinua a leggere “Le volevano morte”

Dopo “Charlie Hebdo”: l’Europa non deve morire


7 gennaio 2015: Parigi si sveglia con il terrore. Uomini armati entrano nella sede del periodico settimanale satirico «Charlie Hebdo» e trucidano 12 persone: 8 giornalisti, 2 agenti assegnati alla protezione del direttore, 1 ospite invitato alla riunione di redazione ed il portiere dello stabile. Il giorno dopo, una poliziotta viene uccisa. Per tre giorni,Continua a leggere “Dopo “Charlie Hebdo”: l’Europa non deve morire”

Viaggio velocissimo tra Ninfa e Latina


PUNTATE PRECEDENTI: NAPOLI > https://ilmalpaese.wordpress.com/2015/01/05/stranissimo-e-bellissimo-viaggio-in-italia-napule-mille-culure/   DA VENEZIA AI CASTELLI ROMANI > https://ilmalpaese.wordpress.com/2015/01/03/stranissimo-e-bellissimo-viaggio-in-italia/ Il giardino di Ninfa è un monumento naturale della Repubblica Italianasituato nel territorio di Cisterna di Latina. Si tratta di un giardino all’inglese, la cui realizzazione è stata iniziata da Gelasio Caetani 1921 ed attualmente gestito dalla Fondazione Caetani. Si tratta di un incantevole incrocio traContinua a leggere “Viaggio velocissimo tra Ninfa e Latina”

Stranissimo (e bellissimo) viaggio in Italia: “Napule mille culure”


DA VENEZIA AI CASTELLI ROMANI: http://elnuevodia.altervista.org/stranissimo-e-bellissimo-viaggio-italia/ Doveva essere una delle ultime parti della rubrica Stranissimo (e bellissimo) viaggio in Italia, ma la morte di un grande artista della musica italiana e napoletana, Pino Daniele, mi ha fatto pensare che, forse, era meglio pubblicare subito questo post su Napoli. Un modo per ricordarlo, vivendo con l’immaginazione, la città diContinua a leggere “Stranissimo (e bellissimo) viaggio in Italia: “Napule mille culure””

Stranissimo e (bellissimo) viaggio in Italia


Girare l’Italia è un’esperienza da provare almeno una volta nella vita. Non esiste posto al mondo come la nostra penisola, capace di farti emozionare e provare la visione di bellezze insuperabili che, passo dopo passo, strada per strada, ti si presentano dinanzi. Neanche a dire che ad un certo punto ti stanchi perchè, nel giroContinua a leggere “Stranissimo e (bellissimo) viaggio in Italia”

DUE PESI E DUE MISURE


Il 21 novembre 2014, alle ore 02:00 circa, il 28enne cittadino di Cori Pascariu Sebastian ( nazionalità romena ), veniva colpito da 7 colpi di arma da fuoco sparati da Pasquale Bruno, presso il Vicolo Straccia (Cori). Pasquale Bruno ed altri erano stati importunati da Pascariu Sebastian, in evidente stato di alterazione psico – fisica.Continua a leggere “DUE PESI E DUE MISURE”

2014, Malala e il sangue degli innocenti


Questo 2014 (25° anno dalla firma della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia) poteva essere ricordato come l’anno di una svolta epocale e dell’affermarsi di una certezza: i giovani ed i giovanissimi non sono solo il futuro ma anche il presente. Una certezza che ci arriva da est, da una delle zone ove i diritti umaniContinua a leggere “2014, Malala e il sangue degli innocenti”

VERSO IL 70° DALLA LIBERAZIONE: COME CI ARRIVIAMO?


Sembra un po’ presto per pensarci, d’altronde mancano 4 mesi e poco più. Però, di tempo ne abbiamo avuto tanto e di materiale ne abbiamo abbastanza per poter (forse) rispondere alle seguenti domanda: come ci stiamo arrivando al 70° anniversario della liberazione dal nazifascismo? A quel 25 aprile 2015, ci giungeremo forti, con una memoriaContinua a leggere “VERSO IL 70° DALLA LIBERAZIONE: COME CI ARRIVIAMO?”

IL CROLLO DEL MURO… DEL RAZZISMO


(5° ed ultima parte) LEGGI LE PUNTATE PRECEDENTI: I° PARTE – II° PARTE – III° PARTE – IV°PARTE Eccoci alla fine di questo lungo percorso durato 5 puntate. Abbiamo cominciato evidenziando contraddizioni storiche nel nostro modo di pensare, per passare poi a smontare – passo dopo passo, parola dopo parola – ogni pensiero e luogo comune sugli immigrati. NonContinua a leggere “IL CROLLO DEL MURO… DEL RAZZISMO”

LA CADUTA DEL RAZZISMO… PASSO DOPO PASSO


Studiando storia contemporanea (a proposito: consiglio a tutti la lettura del libro Storia contemporanea – Il novecento di G.Sabbatucci eV.Vidotto) è inevitabile che – prima o poi – arrivi a leggere il periodo dellaGermania nazista. Senza entrare nello specifico (ormai sappiamo tutti cosa ha significato per tutti noi quel tragico pezzo di storia), mi limitoContinua a leggere “LA CADUTA DEL RAZZISMO… PASSO DOPO PASSO”

RAZZISMO E ACQUA CALDA


I° PARTE > MANIFESTO DELL’ANTIRAZZISMO; II° PARTE > RAZZISTI CON LE SPALLE AL MURO, Nella prima e seconda parte ho evidenziato il ruolo di standardizzazione che le TV sono riuscite a realizzare tra le masse, favorendo un pensiero politico frutto non di studio accorto delle tematiche, bensì delle voci degli esponenti che più occupano l’etere.Continua a leggere “RAZZISMO E ACQUA CALDA”

RAZZISTI CON LE SPALLE AL MURO


(2° parte) (1° parte: MANIFESTO DELL’ANTIRAZZISMO) Dunque, ci siamo lasciati dopo aver fatto una lunga copertina riguardo incomprensioni italiche che, in diversi modi, ci aiutano a comprendere che noi siamo un popolo che spesso ha cercato solidarietà all’estero (ma è restio a fare l’inverso), che ha nella sua storia e nella sua cultura elementi cheContinua a leggere “RAZZISTI CON LE SPALLE AL MURO”

MANIFESTO DELL’ANTIRAZZISMO


Parte I° Costruire una società migliore, basata sull’uguaglianza sostanziale (e non solo formale), sulla solidarietà tra le persone (concreta e non solo a parole), deve avere un punto di partenza imprescindibile: l’abbattimento dell’ignoranza di cui molte persone nutrono la loro pancia, facendo lievitare il consenso di politici la cui unica qualità è quella di saperContinua a leggere “MANIFESTO DELL’ANTIRAZZISMO”

DALLA BRETELLA CISTERNA – VALMONTONE AD HELSINKI (PASSANDO PER AMBURGO)


Seconda parte: ritorno in Italia e dissesto idrogeologico (Puntata precedente > un salto ad Helsinki ed uno ad Amburgo ) Dunque, nella prima puntata abbiamo parlato di due città del Nord Europa (Helsinki ed Amburgo) che si stanno apprestando a realizzare una clamorosa rivoluzione: l’indipendenza dalle macchine. Dopo questo piccolo tour, facciamo ritorno a casa, rientriamoContinua a leggere “DALLA BRETELLA CISTERNA – VALMONTONE AD HELSINKI (PASSANDO PER AMBURGO)”

DALLA BRETELLA CISTERNA – VALMONTONE AD HELSINKI (passando per Amburgo)


Inizia un lungo articolo dedicato all’ambiente, alle opere pubbliche, all’aria che respiriamo etc. Per tale ragione, comprendendo la difficoltà nel poter leggere, in un colpo solo, una sequenza infinita di dati, città, leggi etc., il post sarà presentato in più sottoarticoli, che verrano pubblicati nei prossimi giorni… Ergo, #restatesintonizzati. E buona lettura! PRIMA PARTE: unContinua a leggere “DALLA BRETELLA CISTERNA – VALMONTONE AD HELSINKI (passando per Amburgo)”

INSIEME PER GHONCHEH GRAVAMI – FIRMA L’APPELLO


Ghoncheh Ghavami, 25 anni di nazionalità britannica e iraniana, ha iniziato un nuovo sciopero della fame per protestare contro la sua condanna. Il 2 novembre Ghoncheh Ghavami è stata condannata da un tribunale rivoluzionario per “propaganda contro il sistema”. È una prigioniera di coscienza e deve essere rilasciata immediatamente e senza condizioni.    Ghoncheh Ghavami,Continua a leggere “INSIEME PER GHONCHEH GRAVAMI – FIRMA L’APPELLO”

ADDIO «MARE NOSTRUM»… E GRAZIE!


Innanzitutto un «Grazie!». Un «Grazie» grande come il Mare Mediterraneo ai membri della Marina Militare Italiana, alle organizzazioni di volontariato ed a tutti coloro che in questo anno hanno contribuito alla realizzazione dell’operazione umanitaria Mare Nostrum. Vanno ringraziati per l’impegno che ci hanno dedicato, per il tempo della loro vita che hanno sacrificato, per averContinua a leggere “ADDIO «MARE NOSTRUM»… E GRAZIE!”

APPELLO AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO – “MARE NOSTRUM” NON DEVE CHIUDERE


Un appello da condividere Gentile Presidente del Consiglio, all’inizio di ottobre Lei ha pubblicamente dichiarato: “Mare Nostrum andrà avanti finché l’Europa non sarà in condizioni di intervenire più e meglio di come abbiamo fatto noi fino ad oggi”. Di fronte alle ripetute affermazioni, da parte del Ministro dell’Interno Angelino Alfano, che le operazioni italiane diContinua a leggere “APPELLO AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO – “MARE NOSTRUM” NON DEVE CHIUDERE”

RIFLESSIONI DI UN 25 OTTOBRE 2014 (Piazza San Giovanni & Leopolda)


Partiamo innanzitutto da un fatto positivo, ma nettamente sottovalutato da media ed opinione pubblica nazionale: il rilancio dell’attività sindacale. Piaccia o meno, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha il «merito» di aver«risvegliato» l’azione politica (in buona parte) del sindacato italiano. Si dirà che ciò, una volta che si parla di riforma del lavoro, diContinua a leggere “RIFLESSIONI DI UN 25 OTTOBRE 2014 (Piazza San Giovanni & Leopolda)”

La (strana) evoluzione della Lega Nord


La Lega Nord nacque come partito regionalista, radicato nel territorio e volto a far valere le istanze del Nord. Fu una fusione di vari movimenti regionalisti che trovò la sua sintesi nel suo storico leaderUmberto Bossi. Nacque come partito pronto a combattere lo spreco e la malapolitica. Giusto per dirne una: l’epoca di Tangentopoli. L’inchiestaContinua a leggere “La (strana) evoluzione della Lega Nord”

EBOLA&IPOCRISIA


Qualche giorno fa Gino Strada, il fondatore di Emergency, a proposito della questione Ebola ha fatto una dichiarazione interessante. In pillole, l’Occidente si sta preoccupando più della paura di un eventuale contagio in Europa ed in America, piuttosto che muoversi per sedare l’epidemia che sta mietendo migliaia e migliaia di vittime. In effetti, se unoContinua a leggere “EBOLA&IPOCRISIA”

Ci stiamo sfasciando: gli uni contro gli altri


Dopo tanto tempo avevo deciso di rivedere una puntata diServizio Pubblico. Un motivo vero e proprio di questa scelta non ce l’ho: forse perchè mi hanno incuriosito i link della pagina ufficiale, forse perchè le tematiche che si sarebbero trattate spingevano a seguirlo… Resta comunque il fatto che, già prima della fuoriuscita anticipata di MarcoContinua a leggere “Ci stiamo sfasciando: gli uni contro gli altri”

IL M5S E L’ALLUVIONE ETICO


«Noi andiamo a spalare, voi che fate?»; «i nostri parlamentari sono a Genova, invece Renzi?». Lo scrissi già qualche mese fa (http://elnuevodia.altervista.org/m5s-unetica/?doing_wp_cron=1413289183.9174230098724365234375 ): con ilMovimento 5 Stelle l’etica è morta più di quanto ci fosse riuscito un Silvio Berlusconi negli anni del suo apice politico. Perchè? Perchè dal Movimento grillino, per il solo fatto diContinua a leggere “IL M5S E L’ALLUVIONE ETICO”

Poche parole per Malala


Ha 17 anni, ne aveva 12 quando cominciò a battersi per il diritto all’istruzione dei bambini affrontando i talebani. Oggi, Malala Yousafzay ha ricevuto il Nobel per la Pace. A tal proposito, occorre ricordare le parole di Sandro Pertini: «I giovani non hanno bisogno di sermoni, i giovani hanno bisogno di esempi di onestà, diContinua a leggere “Poche parole per Malala”

L’AGRICOLTURA NON MUORE MAI


Facciamocene (fortunatamente) una ragione: ciò che madre – natura da miliardi di anni ci offre per il nostro sostentamento è insostituibile. Abbiamo provato a farne a meno: le epopee industriali che si sono succedute nella storia, a partire dal ’700, sono state forse il tentativo più forte (e drammatico) di ridimensionare il ruolo del lavoroContinua a leggere “L’AGRICOLTURA NON MUORE MAI”

ICE BUCKET CHALLENGE & EARTH OVER SHOOT DAY


(Un secchio di beneficenza & uno “Tsu – Nami” di problemi) Banalmente parlando, l’ Ice Bucket Challenge ha colmato un vuoto estivo: l’assenza di un tormentone musicale. Anzichè andare a ballare in discoteca quello che, fino all’anno scorso, era il grande successo dell’estate, ci si mette in costume, a dorso nudo o come vi pare,Continua a leggere “ICE BUCKET CHALLENGE & EARTH OVER SHOOT DAY”

IL M5S E LA FINE DI UN’ETICA


In principio vi era Tangentopoli, la drammatica fine della I° Repubblica e la speranza di crearne una seconda più pulita e onesta, con un sistema istituzionale più funzionante ed incisivo nella vita di tutti i cittadini italiani. Poi ci fu l’avvento di Silvio Berlusconi sulla scena politica, e le speranze di cambiamento andarono a farsiContinua a leggere “IL M5S E LA FINE DI UN’ETICA”

Con l’idealismo dei venti anni…


“Con l’idealismo dei vent’anni”… In Italia pare quasi una colpa essere giovani. Eppure, nel 1918 fu la leva del 1899 a contribuire alla vittoria di Vittorio Veneto; ventenni furono coloro che sacrificarono la propria vita durante la resistenza contro il nazifascismo; sono coloro che, secondo Enrico Berlinguer, se ” (i giovani) si organizzano, si impadroniscono diContinua a leggere “Con l’idealismo dei venti anni…”

Un “calcio” al cambiamento


Un’altra occasione di cambiamento va a farsi benedire. Non ci è bastato il treno perso a febbraio 2013, quando le elezioni politiche delineavano un quadro politico incerto ma che, allo stesso tempo, dava la possibilità di rompere con il passato. No, noi italiani non siamo un popolo di “approfittatori”, non azzardatevi a chiamarci così. DiteContinua a leggere “Un “calcio” al cambiamento”

135 VOLTE GRAZIE


Dopo neanche 3 mesi dalla pubblicazione, l’e-book “Cos’è il Malpaese? Voci dell’Italia che (r)esiste” ha generato risultati al di sopra di ogni più rosea aspettativa. Stando ai dati dell’editore (http://www.youcanprint.it ), l’opera è stata scaricata (dato aggiornato al 10 agosto 2014) 135 volte dai vari stores ove è possibile reperirla. Un risultato clamoroso, frutto delContinua a leggere “135 VOLTE GRAZIE”

SCHETTINO, PINOCCHIO & LUCIGNOLO


Sembrava una notizia di lercio.it, una di quelle «bufale»messe in giro dalla rete e che i “fessacchiotti” non esitano a far girare, indignandosi e lanciando parole colorite. Invece, per una volta, i fessacchiotti potevano rendersi protagonisti di un bellissimo fatto: scambiare la notizia vera per bufala e divulgarla. Non è successo, pazienza. Però il fattaccioContinua a leggere “SCHETTINO, PINOCCHIO & LUCIGNOLO”

IL DRAMMA DE “L’UNITA’ ”: UN DRAMMA DI TUTTI NOI


Il dramma dell’Unità è una tragedia non solo per la sinistra, ma per 90 anni di storia d’Italia. Il quotidiano fondato da Antonio Gramsci è un simbolo del nostro passato, delle battaglie combattute in nome di un’Italia libera, eguale, fatta di diritti e solidarietà. L’Unità non ha avuto paura del fascismo, anzi l’ha combattuto affrontandoContinua a leggere “IL DRAMMA DE “L’UNITA’ ”: UN DRAMMA DI TUTTI NOI”

Chapeau allo sport italiano, ma non al calcio


Oltre a lasciare gli abitanti delle favelas al loro triste destino, altre cose non mi sono piaciute del mondiale brasiliano 2014: l’aver fatto dell’evento calcistico un obiettivo politico ove, a seconda dell’andamento della Selecao, si sarebbe potuto parlare di trionfo o disfatta. Il 7 – 1 subito dalla Germania ha dato l’eloquente risultato. Ma d’altronde,Continua a leggere “Chapeau allo sport italiano, ma non al calcio”

Israele & Palestina: psicologia e provocazione


La Striscia di Gaza è sempre più infuocata e macchiata del sangue delle vittime di questa follia bellica innescata da Israele e Hamas. La comunità internazionale, che dovrebbe essere rappresentata soprattutto dall’ONU, si ritrova impotente più di altre volte, causa sicuramente gli interessi che ruotano attorno allo Stato d’Israele. Lo dimostra il fatto che, finContinua a leggere “Israele & Palestina: psicologia e provocazione”