IERI HO VISTO HIMMLER


Ieri a Treviso sono arrivati alcuni profughi e gli abitanti del quartiere sono insorti. Nella notte qualcuno di loro è entrato negli appartamenti e ha incendiato i mobili, i divani, i vestiti, le sedie e perfino le ciabatte destinate ai profughi. Poi il giorno dopo, gli stessi abitanti del quartiere, hanno impedito a una cestaContinua a leggere “IERI HO VISTO HIMMLER”

Quella incomprensibile occupazione di posti di comando.


Dal terremoto giudiziario che sconvolge la capitale e che coinvolge personaggi di tutti gli schieramenti ( e siamo solo agli inizi ), nascono diverse domande che una persona onesta e per bene comincia a farsi. Una su tutte e’ comunque questa : come e’ possibile che certi figuri possano occupare certi posti di prestigio ?Continua a leggere “Quella incomprensibile occupazione di posti di comando.”

Ciro Esposito – E i media rovesciano le parti


Ormai era una regola. Prima l’omicidio. Poi la speranza di avere anche un mezzo sospetto sull’omicida per darlo in pasto all’opinione pubblica. Al suo irrefrenabile desiderio di vendetta. Era una regola. Finora era andata sempre così. Dell’omicida, anche se solo indiziato, anche di striscio, in un minuto veniva rivelato tutto. Foto in tutte le pose.Continua a leggere “Ciro Esposito – E i media rovesciano le parti”

La Repubblica del manganello


PARLA LA RAGAZZA MANGANELLATA: “HO FATTO MEZZO METRO ED È ARRIVATO IL COLPO” La giovane 22enne picchiata da un agente: “Mi sono presa una manganellata senza motivo.” Stefania Glorioso esce su una sedia a rotelle dal pronto soccorso del Fatebenefratelli, aveva partecipato ad una manifestazione pacifica lo scorso lunedì a Roma. Manifestava per il diritto allaContinua a leggere “La Repubblica del manganello”

bau bau Casapau


Nella città dove lavoro ci devono essere almeno uno o due gruppi di neofascisti particolarmente attivi. Da svariati mesi, infatti, vedo un proliferare di manifesti propagandistici, elettorali, di incontri e convegni, commemorativi e striscioni politici con caratteri di formato e stampo del ventennio. Molti portano il logo di Casa Pound (il cui solo nome miContinua a leggere “bau bau Casapau”

Bella, ciao


Su wikipedia tutti hanno la possibilità di aggiungere informazioni e dettagli a tutti gli argomenti che sono contenuti nell’enciclopedia on line che ogni giorno viene consultata da miliardi di persone. Solo però, come diceva Grillo tanti anni fa, se qualcuno scrive una cazzata tempo due minuti e gli si rivolta contro il mondo. E alloraContinua a leggere “Bella, ciao”

Parma: imbrattato monumento antifascista “Basta comunisti, viva Beppe Grillo”


Nella notte di sabato, un ignoto provocatore ha imbrattato il monumento in bronzo dedicato a Guido Picelli, nell’omonimo piazzale di Parma, scrivendoci sopra: ‘Sei solo un comunista come Bersani. W Grillo’”. Lo rende noto Giancarlo Bocchi, il regista del documentario ‘Il Ribelle, Guido Picelli un eroe scomodo’, dalla pagina Facebook dedicata al film.  “E’ molto graveContinua a leggere “Parma: imbrattato monumento antifascista “Basta comunisti, viva Beppe Grillo””

È morta Olema Righi, la partigiana in bicicletta


È morta questa mattina nella sua abitazione di Carpi, in Provincia di Modena, Olema Righi. Staffetta partigiana, per molti emiliani rappresentava il simbolo stesso della Resistenza, insieme a tante altre compagne come Ibes Pioli o Tina Anselmi. Celebre la foto che la ritrae in sella alla sua bicicletta, nei giorni della Liberazione, con il fucile ancora in spalla e la bandiera dell’Italia libera sulloContinua a leggere “È morta Olema Righi, la partigiana in bicicletta”

Mi chiamo Renato, non temo i fascisti ma gli indifferenti


Stefania Zuccari* La lettera della mamma di un ragazzo ucciso dai fascisti a Roma per denunciare la normalità del male Mi chiamo Renato Biagetti. A me i fascisti non fanno paura. Non mi hanno mai fatto paura. Nemmeno quando mi hanno ucciso. Quelli che mi fanno paura sono quelli che non dicono nulla, non vedonoContinua a leggere “Mi chiamo Renato, non temo i fascisti ma gli indifferenti”

La Svastica Sul Busto


Se si leggono le dichiarazioni dei dirigenti della Pro Patria e del sindaco di Busto Arsizio, i cori razzisti del 3 gennaio contro Kevin Boateng e i giocatori di colore del Milan sembrano dei fulmini saettati inspiegabilmente da un cielo limpidissimo. La narrativa post-incidente si è infatti concentrata sui Quattro Deficienti Allo Stadio Che Hanno Rovinato TuttoContinua a leggere “La Svastica Sul Busto”

Ricordi di una Strage


Il Comune e l’Associazione parenti delle vittime lanciano un sito con l’obiettivo di raccontare le storie di chi ha vissuto quel tragico 2 agosto 1980. Dalla lapide al blog collettivo, dalle manifestazioni di piazza agli hashtag online, la commemorazione di eventi del passato passa sempre più dalla rete. Lo scorso anno la rete civica Iperbole del Comune diContinua a leggere “Ricordi di una Strage”

Siamo tutti fascisti


In qualche modo, oggi si chiude la lunga orbita che questo paese e tanti di noi hanno iniziato a percorrere 11 anni fa. Che quella del g8 di Genova fu macelleria messicana oggi è verità processuale, non più impugnabile. Dopo un decennio, la repubblica, con inaccettabile ritardo, viene a sapere che sul suolo metropolitano personeContinua a leggere “Siamo tutti fascisti”

Argentina, non solo Videla. Complicità e atrocità della chiesa cattolica


Giornali e televisioni hanno dato la notizia delle condanne per il rapimento dei figli dei desaparecidos da parte di molti responsabili della giunta militare argentina che durante la feroce dittatura si resero responsabili di almeno 30.000 sparizioni di giovani di sinistra e dei loro figli che nascevano nelle stanze di tortura dell’Esma. Le donne dopoContinua a leggere “Argentina, non solo Videla. Complicità e atrocità della chiesa cattolica”

ROMANZO DI UNA STRAGE


Il trailer di “Romanzo di una strage”, il film di Marco Tullio Giordana in uscita venerdì 30 marzo sulla strage di piazza Fontana . . . RECENSIONI IN RETE Mymovies Romanzo di una strage Un film di Marco Tullio Giordana. Con Valerio Mastandrea, Pierfrancesco Favino, Michela Cescon, Laura Chiatti, Fabrizio Gifuni.  Drammatico, durata 129 min. – Italia 2012. . . . Ondacinema MatteoContinua a leggere “ROMANZO DI UNA STRAGE”

Vivere da Partigiani


  “Io vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.” (A.  Gramsci) Io sono ribelle per nascita, non e’ un merito o un atteggiamento che ho ottenuto vivendo o entrando nell’adolescenza. Ero ribelle a due anni, lo sono adesso e lo sarò a sessanta, se essere ribelli significa cercare giustizia, benessere eContinua a leggere “Vivere da Partigiani”

Contro il revisionismo storico: noi ricordiamo tutto.


Di fronte ad una razza inferiore e barbara come la slava, non si deve seguire la politica che dà lo zuccherino, ma quella del bastone. I confini dell’Italia devono essere il Brennero, il Nevoso e le Dinariche: io credo che si possano sacrificare 500.000 slavi barbari a 50.000 italiani Benito Mussolini 1920 Da quanto nelContinua a leggere “Contro il revisionismo storico: noi ricordiamo tutto.”

Ti odio su Facebook, due anni dopo.


Quando nel 2010 ho pubblicato ‘Ti odio su Facebook’ ero convinto che il libro sarebbe diventato presto obsoleto. I gruppi inneggianti al Duce o alle Br, le miriadi di manifestazioni di violenza e intolleranza di personaggi anche pubblici a livello locale: pensavo che tutto questo, raccontato nelle sue pagine, sarebbe scomparso da bacheche e giornali,Continua a leggere “Ti odio su Facebook, due anni dopo.”

Saya? Più che uno choc è un “nazionalismo miserabile”


Donne, gay e stampa. È arrivata anche in Italia quell’onda squallida e insopportabile che imperversa su mezza Europa. E ha fatto capolino con quel grande classico presentato in apertura. Le parole di Gaetano Saya ricordano quelle che si ascoltano a Budapest, nelle sedi del Front national o delle altre formazioni anti modernità e nemiche dell’uguaglianzaContinua a leggere “Saya? Più che uno choc è un “nazionalismo miserabile””

GIÙ LE MANI DAL 25 APRILE di Patrizia Penna


Continuano a prenderci per il culo. Continuano a pisciarci in testa e a dire che piove. In un Paese ormai fermo,in cui chi non ha perso il lavoro è stato in cassa integrazione per buona parte dell’anno,il Governo decide di eliminare le uniche tre feste civili ancora presenti nel nostro calendario per AUMENTARE LA PRODUTTIVITÀ.Continua a leggere “GIÙ LE MANI DAL 25 APRILE di Patrizia Penna”

Borghezio e le… sane idee


Borghezio non si smentisce. Fascista, amico dei fascisti difende le idee che definisce “sane” che hanno animato il massacratore di Utoya in Norvegia. In un’intervista pubblicata dall’agenzia di stampa agenparl, il politico leghista afferma “Il “no” alla società multirazziale, la critica dura alla viltà di un’Europa che pare rassegnata all’invasione islamica e financo la necessitàContinua a leggere “Borghezio e le… sane idee”

Dopo 17 anni, una definizione del berlusconismo: “nuova strategia della tensione”


Il berlusconismo come “via italiana” alla poliarchia mediatica, “nuova strategia della tensione” e “fascismo bipolare”   di Emanuele Maggio . Berlusconismo. Cos’è? In sintesi: è la principale connotazione politico-culturale che la Repubblica Italiana ha assunto negli ultimi 17 anni, ovvero è la specifica conformazione politica di quella che è stata chiamata “Seconda Repubblica”. Vorrei peròContinua a leggere “Dopo 17 anni, una definizione del berlusconismo: “nuova strategia della tensione””

Italiani Antileghisti


ennesimo raduno dell’estrema destra leghista ! Ancora cani SS ad abbaiare proclami di odio simili a quelli dei raduni a Norimberga negli anni ’30 ! L’Italia si è svegliata e non vuole più vedere famiglie intere applaudire e ridere a battute e proclami razzisti intolleranti vomitevoli da terzo reich ! Dire che sono al governo..Continua a leggere “Italiani Antileghisti”

La Resistenza Partigiana memoria condivisa?


Ogniqualvolta si parla della Resistenza, ossia del fenomeno sorto in tutta Europa (ovviamente anche in Italia) che abbraccia gli anni dal 1943 al 1945, ci si scontra, si trovano mille posizioni differenti, mille interpretazioni. Per capirla e comprenderla meglio credo non si possa evitare di parlare, in primis, del contesto storico, culturale e sociale diContinua a leggere “La Resistenza Partigiana memoria condivisa?”

Lele Mora: mi candido con il Pdl, non aveva altra scelta…


Lele Mora: mi candido con il Pdl, non aveva altra scelta Non aveva altra scelta. No, scusate, ma cosa avrebbe dovuto fare? … E’ un noto evasore fiscale, recidivo e più volte condannato … è un feticista del Duce … “amo l’uomo Benito Mussolini, sono fascista nell’anima” … è stato condannato ed incarcerato per spaccioContinua a leggere “Lele Mora: mi candido con il Pdl, non aveva altra scelta…”

BOICOTTIAMO LE AZIENDE ITALIANE LEGATE A GHEDDAFI


  Bisogna far capire alle aziende italiane legate all’assassino Gheddafi, che non si fanno affari con gente che ammazza migliaia di persone. L’unico modo che abbiamo per farci sentire è quello di boicottare tutte le aziende italiane legate all’assassino Gheddafi, che tra le altre cose, detiene principalmente il:   33 % di Tamoil 7,19 % di UnicreditContinua a leggere “BOICOTTIAMO LE AZIENDE ITALIANE LEGATE A GHEDDAFI”

Chi ha ucciso Valerio Verbano


Il 22 febbraio del 1980 a Roma viene ucciso Valerio Verbano, un diciannovenne militante della sinistra extraparlamentare. Tre persone armate e col volto coperto si fanno aprire la porta di casa, aspettano il suo ritorno da scuola e quando Verbano arriva lo aggrediscono e infine gli sparano alla schiena. Seguono giorni di rivendicazioni multiple eContinua a leggere “Chi ha ucciso Valerio Verbano”

CRONACHE DA FINE IMPERO


 Stiamo assistendo a scene da fine impero, un impero che lascerà danni irreversibili nel Paese. Qualche giorno fa, circa un centinaio di persone si sono presentate davanti il tribunale di Milano per protestare contro la Magistratura, a dir loro eversiva. La manifestazione era guidata da anziane signore benestanti, pare che almeno una di loro fosse unaContinua a leggere “CRONACHE DA FINE IMPERO”

Le Foibe tra retorica e oblio


Oggi, 10 febbraio sarà per noi italiani la Giornata del Ricordo, istituita nel 2004 dal Governo Berlusconi, per ricordare la pulizia etnica nella regione giuliano-dalmata di cui furono vittime anche molti italiani innocenti durante e subito dopo la seconda guerra mondiale. Anche quest’anno non si sprecano le dichiarazioni retoriche e faziose di alcuni esponenti delContinua a leggere “Le Foibe tra retorica e oblio”

Rogo del campo rom, Forza Nuova su Facebook gioca ad “Acciacca lo zingaro”


Bandiere a mezz’asta e un minuto di silenzio in tutte le scuole romane hanno reso omaggio oggi ai quattro bambini rom che hanno perso la vita nel rogo di Tor Fiscale, campo abusivo sulla via Appia Nuova. Ma non tutti sembrano essere soddisfatti del saluto formale che il paese ha voluto dedicare alle piccole vittimeContinua a leggere “Rogo del campo rom, Forza Nuova su Facebook gioca ad “Acciacca lo zingaro””

MASICHISMO !


di Giovanni Chianta LA TELEFONATA DI MASI  Il PDL mette in atto una bella trappola mediatica facendo disertare i suoi politici dalla trasmissione, proprio all’ultimo momento. Masi telefona in diretta a Santoro per ricordargli che non è possibile mandare in onda una trasmissione che vede in scena Rosy Bindi e nessun politico della maggioranza. AContinua a leggere “MASICHISMO !”

LA PROPAGANDA BERLUSCONIANA


LA PROPAGANDA BERLUSCONIANA La propaganda attuata dai berlusconiani non è stata di certo inventata dai fedeli seguaci di B, ma ha radici molto lontane nel tempo. Possiamo dire che i berlusconiani hanno fatto un bel copia e incolla dei famosi 11 “principi” della propaganda di Goebbels, ministro della propaganda nazista nel Terzo Reich dal 1933Continua a leggere “LA PROPAGANDA BERLUSCONIANA”

Rosso Vivo, la storia di Valerio Verbano


Il reading video teatrale sulla storia di Valerio Verbano tratto dal libro di Carla Verbano con Alessandro Capponi “Sia folgorante la fine”. Un reading teatrale con interventi video. Questa la forma scelta da Alessandra Magrini per raccontare la storia di Valerio Verbano in due serate al Teatro dell’Orologio di Roma il 14 e il 15Continua a leggere “Rosso Vivo, la storia di Valerio Verbano”