Italia: “trade off” fra competitività e vincoli


Risale a poche settimane fa la notizia che la multinazionale svedese Electrolux intende diminuire i salari dei propri dipendenti di circa il 30-40%. Non si tratta di un caso isolato, già la FIAT di Marchionne aveva imposto ai lavoratori la diminuzione dei salari con le conseguenze che oggi tutti conosciamo. Da dove deriva il potereContinua a leggere “Italia: “trade off” fra competitività e vincoli”

Chi sono gli elettori “normalizzatori” ?


Chi sono gli elettori “normalizzatori” ? Sono gli elettori che hanno perso del tutto o in parte il senso critico e conseguentemente la capacità di indignarsi: l’elettore affetto da normalizzazione  tende a normalizzare tutto, anche fatti molto gravi. Questa normalizzazione è molto diffusa ed è riscontrabile in diversi elettorati sia di Destra che di Sinistra.Continua a leggere “Chi sono gli elettori “normalizzatori” ?”

L’emendamento di SEL che potrebbe far chiudere il blog di Beppe Grillo


  Ecco il testo dell’emendamento, prima firmataria Loredana De Petris (Sel): Proposta di modifica n. 5.8 al DDL n. 1213 Dopo il comma 4, aggiungere il seguente:         «4-bis. È vietata la pubblicazione di annunci di carattere commerciale o pubblicitario sui siti internet, anche presentati sotto forma di blog:         – di partiti o di movimenti politici;         – deiContinua a leggere “L’emendamento di SEL che potrebbe far chiudere il blog di Beppe Grillo”

5 ragioni per un impeachment


C’è chi pensa, probabilmente la maggioranza degli italiani, che Napolitano sia stato uno dei migliori Presidenti della Repubblica, per i seguenti motivi: è riuscito a tenere in piedi le Istituzioni in un periodo difficilissimo della nostra storia recente, la scelta di Monti è stata l’autentico capolavoro del suo settennato e piu’ in generale ha svolto nel migliore dei modi il suoContinua a leggere “5 ragioni per un impeachment”

Beppe Grillo e la presunta istigazione a disobbedire alle leggi.


Tutto il discorso sulla presunta istigazione a disobbedire alle leggi di Beppe Grillo nei confronti delle forze dell’ordine è nato da un esposto del parlamentare del PD Fausto Raciti che, nella lettera inviata da Grillo ai vertici delle forze dell’ordine italiane avrebbe ravvisato tale istigazione. Nella lettera il leader del M5S invitava le forze dell’ordineContinua a leggere “Beppe Grillo e la presunta istigazione a disobbedire alle leggi.”

La ripresa economica che non si vede, non si sente ed è senza lavoro.


Ma come sarà la ripresa economica italiana ? Una prima ipotesi: “Ci sono segnali macroeconomici che non si vedono nè si toccano, ma i dati ci dicono che la ripresa nel 2014 è a portata di mano”.  Una seconda ipotesi: “La ripresa va colta, i segnali ci sono ma sappiamo tutte le difficoltà sociali cheContinua a leggere “La ripresa economica che non si vede, non si sente ed è senza lavoro.”

In macchina con Laura Boldrini


di Erasmo Palazzotto Laura Boldrini è salita sulla mia macchina mi ha guardato e mi ha detto: “che macchina da fighetto che hai…”. Io avevo – ed ho ancora – una Mini Cuper, che effettivamente è una macchina un po’ da “fighetto”, ma che a me è sempre piaciuta per il suo fascino un po’ retrò. EraContinua a leggere “In macchina con Laura Boldrini”

Et in cauda venenum…


Ho seguito anch’io in diretta i lavori della Direzione del PD dell’altro ieri. E debbo dire che – nonostante le diversità d’impostazione e soprattutto d’umore di una parte degli intervenuti, a causa dell’incontro di Renzi con Berlusconi – il dibattito tuttavia procedeva tranquillo, costruttivo e anche con un apprezzamento da parte di Cuperlo e altriContinua a leggere “Et in cauda venenum…”

Proviamo ad essere democratici non solo nel nome ma anche nei comportamenti


Dopo la schiacciante vittoria di Matteo Renzi alle Primarie del PD, tanti compagni di partito che hanno sostenuto altri candidati stanno facendo una campagna contro il nuovo Segretario. A volte con critiche giuste e legittime ( come quella di voler creare un PD troppo personalistico ) e a volte con argomentazioni che reputo molto infantiliContinua a leggere “Proviamo ad essere democratici non solo nel nome ma anche nei comportamenti”

Il post-Pd, modellato intorno al Capo, secondo Ilvo Diamanti…


Nell’ultima mappa pubblicata nei giorni scorsi su Repubblica e dal titolo “Renzi, leader del post-partito”, Ilvo Diamanti sostiene che molte critiche nei confronti di Renzi per la “battutaccia riservata a Fassina” – che poi ha portato alle dimissioni dal governo del vice-ministro – “appaiono fuori luogo. Fuori centro”. Ma stanno davvero così le cose? Diciamo subito che, sullaContinua a leggere “Il post-Pd, modellato intorno al Capo, secondo Ilvo Diamanti…”

Bersani: pessimo politico oppure elettori immaturi ?


  Piovono da ogni schieramento politico ( a parte gli inqualificabili commenti di diversi sociopatici che affollano la rete ) i messaggi di vicinanza e di solidarieta’ verso l’ ex Segretario del PD P. L. Bersani, colpito nella mattinata del 5 gennaio da aneurisma celebrale. Tanti sono di affetto sincero, molti di stima e certamenteContinua a leggere “Bersani: pessimo politico oppure elettori immaturi ?”

Oltre ogni limite


Nella mattinata del 5 febbraio l’ ex Segretario del PD Pierluigi Bersani viene colpito da aneurisma celebrale.  Purtroppo sono eventi che accadono e possono accadere a chiunque, ad un nostro parente come ad un conoscente e l’essere personaggi pubblici non esenta certo da questi pericoli. E’ una cosa normale anche il grado di amarezza, di sgomentoContinua a leggere “Oltre ogni limite”

Un popolo si, di merda no


Francesca Pilla Pubblichiamo un’articolo tratto dal blog del manifesto “Napoli Centrale” a cura di Francesca Pilla. Il suo blog è un diario di bordo che racconta la complessità di Napoli e della Campania senza remore e filtri politici. In questa riflessione Francesca risponde ai tanti Adinolfi che hanno la memoria corta sulle responsabilità dei disastri della Campania. (Red) Mario Adinolfi, exContinua a leggere “Un popolo si, di merda no”

La mia terra è avvelenata


Fiume di gente ad Aversa contro Campania avvelenata   Franco Spinelli per LivioTV – “Quando poi tratta di scegliere e di andare…te la ritrovi tutta con gli occhi aperti chè sanno benissimo cosa fare”, mai parole furono più appropriate, perché è in momenti come questi che la gente fa la “storia” come cantava De Gregori nella famosa canzone. Un’autenticaContinua a leggere “La mia terra è avvelenata”

La solitudine dei lavoratori


Gianfranca Fois Bastano solo alcune delle ultime notizie sul fronte del lavoro (vedi l’Ilva di Taranto o il trasferimento in un paese dell’Est europeo dei macchinari di una fabbrica attuato di nascosto dal padrone durante l’assenza per ferie degli operai) per mostrarci ancora una volta il volto del capitalismo italiano, rozzo e straccione, naturalmente con leContinua a leggere “La solitudine dei lavoratori”

Mediazione… di che ?


‘’ IL PD , DIVISO SU TUTTO, SI MOSTRA ALMENO PER UNA VOLTA COESO NEL RIFIUTARE QUALSIASI  MEDIAZIONE COL PDL SULL’ AGIBILITA’ POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI ‘’ !! Queste parole si sentono ogni giorno quando seguiamo un notiziario televisivo oppure le leggiamo sui vari quotidiani. Io allora mi chiedo ‘’ Ma di cosa stiamo parlandoContinua a leggere “Mediazione… di che ?”

Violante, ma tu da che parte stai ?


10 maggio 1996 In occasione del suo insediamento come Presidente della Camera, l’ Onorevole Luciano Violante, dichiara che ‘’ DOPO L’ 8 SETTEMBRE, ANCHE CHI ANDO’ PARTE SBAGLIATA E PER QUELL’IDEA MORI’ MERITA RISPETTO, COME LE VITTIME DELLA RESISTENZA ‘’ :  e no cazzo, la differenza c’e’ eccome. Come fai a mettere sullo stesso piano chi mori’ per dare all’ Italia liberta’ e democrazia e chi scelse volontariamente di sostenere una dittatura cheContinua a leggere “Violante, ma tu da che parte stai ?”

Erri De Luca, i No Tav e gli scrittori che scodinzolano


Partirei da una riflessione di Loredana sul caso No Tav-Erri De Luca: Dunque Erri De Luca verrà denunciato. Non so su quanti quotidiani troverete la notizia, ma Ltf, la società che si occupa degli studi e della progettazione della Torino-Lione, ha deciso di portare lo scrittore in tribunale. I motivi? Ansa li riporta così: “L’iniziativa è legata alleContinua a leggere “Erri De Luca, i No Tav e gli scrittori che scodinzolano”

Giulio Cavalli e gli «amici politici» delle cosche


di Luca Rinaldi (LINKIESTA) Le parole dei collaboratori di giustizia, per quanto dichiarati affidabili dalla magistratura, sono sempre da prendere con le molle. Il passo da fare è quello di verificarle e di chiedere conto a coloro che sono tirati in ballo dalla dichiarazioni dei cosiddetti “pentiti”. Ecco, appurato che verificare i riscontri alle parole deiContinua a leggere “Giulio Cavalli e gli «amici politici» delle cosche”

Sturmundlettentruppen


dI Lameduck (Mente Critica) Che ci volete fare, siamo governati da questo qui. Il bello de zio in versione “proteggo tutto tranne le palle, che tanto non ho”, ha avuto, se non altro, il potere di rimettermi di buonumore dopo un inizio di giornata abbastanza fetuso. L’effetto ilarità da associazione con le Sturmtruppen di questo condottiero armatoContinua a leggere “Sturmundlettentruppen”

MATTEO RENZI : QUANDO L’APPARENZA CONTA PIU’ DELLA SOSTANZA….


Autore Gianluca Bellentani Qualche giorno fa sono stato alla Festa dell’ Unita’ di Bosco Albergati, tra Modena e Bologna, la sera stessa in cui l’ospite era il Sindaco di Firenze Matteo Renzi. E’ una Festa a cui vado ogni anno, la piu’ bella e famosa di questa zona. Come sapete non sono un fan diContinua a leggere “MATTEO RENZI : QUANDO L’APPARENZA CONTA PIU’ DELLA SOSTANZA….”

Venti anni persi inutilmente. E siete tutti colpevoli


diAldo Funicelli(sito) “Il populismo democratico ha quattro ingredienti: un popolo elettore che tende ad esprimersi in uno stile plebiscitario con un rapporto di finta immediatezza con il leader; la dominanza di una leadership personale, gratificata di qualità carismatiche; un sistema partitico semplificato con un ricambio di elite politiche che è di supporto immediato al leader; il ruoloContinua a leggere “Venti anni persi inutilmente. E siete tutti colpevoli”

Non ci sono soldi e i CIE diventano ancora più lager


by Luca Fazio Dopo 15 anni l’esperienza concentrazionaria più disumana e rimossa del Paese – i Centri di identificazione ed espulsione (Cie) – forse è giunta al capolinea. Certo non per un sussulto antirazzista, e nemmeno per un ripensamento della politica, ma solo perché sono finiti i soldi anche per gestire queste prigioni per stranieriContinua a leggere “Non ci sono soldi e i CIE diventano ancora più lager”

Arrestato Ligresti con famiglia: la fine di un impero del mattone


di Giorgio Salvetti Dopo il disastro finanziario, le manette. L’epopea del principe del mattone Salvatore Ligresti, detto Totò, uno degli uomini chiave del capitalismo italiano degli ultimi quarant’anni, è finita con l’arresto suo e di tutti i suoi figli per ordine della procura di Torino. Il patriarca è ai domiciliari a Milano. Le figlie GiuliaContinua a leggere “Arrestato Ligresti con famiglia: la fine di un impero del mattone”

Calderoli si tolga dai piedi


Presa di posizione dei missionari comboniani contro le mancate dimissioni da vice presidente del Senato dell’esponente leghista, e sull’inerzia colpevole della maggioranza parlamentare. La decenza evidentemente non appartiene all’etica politica di Roberto Calderoli, vice presidente, pro tempore, del Senato. Le dimissioni? Ma quando mai? Bastano le scuse personali, a suo dire, a Cécile Kyenge  per chiudereContinua a leggere “Calderoli si tolga dai piedi”

ILVA, OMISSIONI E BUGIE


di Ernesto Burgio La replica di ISDE Italia: “La parzialità e la superficialità delle dichiarazioni di Bondi sono coerenti con il decennale disinteresse delle nostre classi dirigenti per i danni cagionati dall’inquinamento ambientale. Il Governo ristabilisca la verità” Il Commissario dell’Ilva, Enrico Bondi è stato nominato dal Governo per rappresentare gli interessi di tutti. Tuttavia le sue recentiContinua a leggere “ILVA, OMISSIONI E BUGIE”

Il leghismo come eversione e come viltà


Oggi Salvini difende Calderoli scagliandosi contro Napolitano che aveva mostrato indignazione. L’elenco delle scandalose parole razziste di esponenti leghisti è lunghissima. E basta sintonizzarsi su “Radio Padania” per capire come pietà, solidarietà, comprensione e compassione siano concetti che non hanno patria qui, in questa Patria farlocca che chiamano “Padania”. Voglio segnalare solo due cose: la viltàContinua a leggere “Il leghismo come eversione e come viltà”

Caso Shalabayeva. Un governo senza dignità


La qualità di un governo si vede da queste cose. Ministri e alti funzionari di polizia si mettono a disposizione di un ambasciatore, senza porsi nessuna domanda su cosa stiano facendo. Ovvero perché. Si resta senza parole davanti alla somma di servilismo, incompetenza, disprezzo per la libertà degli esseri umani, vigliaccheria e fuga dalle responsabilitàContinua a leggere “Caso Shalabayeva. Un governo senza dignità”

Expopolis Il grande gioco di Milano 2015


Dal Manifesto di martedì 9 luglio, intervista di Luca Fazio a Rob Maggioni L’evento messianico è stato benedetto domenica da Re Giorgio alla Villa Reale di Monza. La storiella adesso è ufficiale: «Expo 2015 è un’occasione per tutto il paese». Ne parliamo con Roberto Maggioni, giornalista di Radio Popolare e autore del libro Expopolis. IlContinua a leggere “Expopolis Il grande gioco di Milano 2015”

Calderoli, il Pitecantropo Padano


Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato, ha insultato ieri il ministro dell’Integrazione Cécile Kyenge durante un comizio della Lega a Treviglio: “Quando la vedo non posso non pensare a un orango”. Sul web si moltiplicano le iniziative per chiederne le dimissioni. La sinistra milanese è particolarmente indignata, perché ci siamo ritrovarti Maroni a governare in regioneContinua a leggere “Calderoli, il Pitecantropo Padano”

Francesco


Di  Giulio  Cavalli Se quel Papa che oggi è sbarcato a Lampedusa senza fronzoli e vestali e ha parlato all’Italia e all’Europa dicendo che “Dio ci giudica da come trattiamo i migranti” è il rappresentante “istituzionale” (credenti o no) più coraggioso nel campo della solidarietà e dei diritti significa che che abbiamo una notizia buona e unaContinua a leggere “Francesco”

Dal proclama al rinvio


Mi servirebbe sapere qual è la differenza tra lo scorso governo Berlusconi-Berlusconi e l’attuale governo Berlusconi-Letta sugli annunci. Mi servirebbe sapere se i critici della ‘politica degli annunci’ di B. trovano più etica, più responsabile, più democratica la ‘politica dei rinvii’. Mi piacerebbe anche sapere se la coalizione che ha partorito questo governissimo è quellaContinua a leggere “Dal proclama al rinvio”

De Gennaro dalla Diaz a Finmeccanica


by Paolo Limonta La dignità e la forza di centinaia di migliaia di donne e uomini che nel luglio del 2001 erano a Genova determinati e pacifici. E che hanno continuato e continuano a esserci a testa alta per costruire una società più giusta dove i diritti di tutti siano davvero rispettati e realizzati. LaContinua a leggere “De Gennaro dalla Diaz a Finmeccanica”

Perchè i parlamentari del PD devono votare la Santanchè…


di Gianluca Bellentani  Sono sincero : quando ho sentito che il PDL aveva proposto come Vicepresidente della Camera il nome di Daniela Santanche’ sono saltato in piedi urlando improperi e irripetibili bestemmie. Non c’ e’ niente da fare , il solo vedere o ancor peggio sentire parlare questa donna , eterogeneo miscuglio di carne e altre sostanze plastiche e gommose mi occlude lo stomaco e mi allarga gli sfinteri. E’ una antipatia a pelle a cui non riesco ( e non voglio ) guarire. Se tutte le donne fossero anche solo similari a costei, credoContinua a leggere “Perchè i parlamentari del PD devono votare la Santanchè…”

La sinistra che vince: il modello Messina


Pacifisti, movimento NoPonte, artisti del Teatro Pinelli, studiosi dei Beni Comuni, preti di periferia: a Messina la società civile s’è messa insieme, ha scelto un candidato sindaco – Renato Accorinti – e l’ha portato avanti. Mesi e mesi di campagna nei quartieri: “Non vi chiediamo il voto, vi chiediamo di lottare”. E via per ilContinua a leggere “La sinistra che vince: il modello Messina”

Teoria e Prassi del Precariato secondo un Precario


di Alex Foti Allora, sorelle e fratelli che soffrite per disoccupazione o precarietà: il precariato siamo noi. Il precariato è socialmente composto da chi è precari@ (truismo), vale a dire sottoposto a condizioni di lavoro e vita precarie causa mancanza reddito e lavoro intermittente. Tecnicamente il precariato è composto da chi nella generazione X+Y+Z (iContinua a leggere “Teoria e Prassi del Precariato secondo un Precario”

bau bau Casapau


Nella città dove lavoro ci devono essere almeno uno o due gruppi di neofascisti particolarmente attivi. Da svariati mesi, infatti, vedo un proliferare di manifesti propagandistici, elettorali, di incontri e convegni, commemorativi e striscioni politici con caratteri di formato e stampo del ventennio. Molti portano il logo di Casa Pound (il cui solo nome miContinua a leggere “bau bau Casapau”

Con un briciolo di gusto


Il Comune in cui vivo, Treviso, è uno di quelli attualmente in procinto di eleggere una nuova amministrazione. Domenica prossima avrà luogo il ballottaggio fra il candidato del centro-sinistra, in vantaggio al primo turno, e il candidato della destra-e-basta: trattandosi del sindaco-sceriffo leghista che si è reso famoso anche oltre confine, per panchine divelte eContinua a leggere “Con un briciolo di gusto”

Chi ammazzerà (politicamente) prima il M5S ?


Sul M5S credo si stia esagerando sia nella santificazione che nell’invettiva perpetua. Questo perché in Italia esistono sempre meno elettori e sempre piu’ fedeli adepti così come esistono sempre meno oppositori e sempre piu’ “sputa merda” mercenari o per hobby. Il M5S non è ne’ il bene assoluto ne’ il male assoluto ma un movimento che puo’ diventare una grande risorse per il Paese se “protetto” sia dagli adepti che dai “sputa merda”, ugualmente dannosi per la vita politica a 5 stelle. I primi rischiano di ammazzare il movimento inconsapevolmente, poichè un elettore o unContinua a leggere “Chi ammazzerà (politicamente) prima il M5S ?”

IMU: proviamo un semplice ragionamento


Ragionare non è lo sport nazionale. Evidentemente. Non siamo tedeschi, noi. Non siamo tedeschi da usare “konsequent” come motto (“consistent” in inglese, “coerente” in italiano. Ma di una coerenza “consequenziale). Noi siamo piuttosto gente da sentimenti, da emozioni. Specie nel portafoglio. Ma proviamo comunque: un semplice ragionamento. Parliamo di IMU. Tema abusato e per questo,Continua a leggere “IMU: proviamo un semplice ragionamento”

Il PD è morto, adesso la Sinistra italiana puo’ rinascere.


In verità, e’ morto un partito mai nato realmente ed è questo uno dei tanti records, negativi, annoverabili al PD. D’altra parte, è palese che non possano coesistere forze laiche e progressiste con forze cattoliche e conservatrici. E nel partito democratico hanno convissuto chi considerava gli omosessuali malati e chi era favorevole ai matrimoni tra persone delle stesso sesso, chi era favorevole all’eutanasia e chi era contrario, chi era si Tav e chi era No Tav, chi era pro articolo 18 e chi era contrario e questa lista  di contraddizioni potrebbe richiedere troppe paroleContinua a leggere “Il PD è morto, adesso la Sinistra italiana puo’ rinascere.”

Il paese che si ammazza per la crisi


Giorgio Salvetti – «Non capirete mai perché è successo, così come non lo capiamo noi». Gli amici di G.S., l’uomo di 33 anni che ieri a Milano si è tolto la vita insieme ad un suo amico e coetaneo, sono sconvolti. Per loro la crisi non c’entra. G.S. faceva l’ingegnere a Londra e abitava inContinua a leggere “Il paese che si ammazza per la crisi”

Al comando una oligarchia politico economica per far rispettare il fiscal compact.


Fonte: micromega | Autore: giorgio cremaschi Quando un Presidente della Repubblica che dura sette anni viene rieletto per altri sette, siamo in un sistema più simile all’antica monarchia elettiva polacca che a quello delineato dalla nostra Costituzione.Quando questo stesso Presidente ha di fatto governato per quasi un anno e mezzo attraverso un Presidente del Consiglio da lui nominatoContinua a leggere “Al comando una oligarchia politico economica per far rispettare il fiscal compact.”

Io disprezzo Giuliano Amato


Non sono mai stato un genio negli affari. Nella vita ho perso molto più danaro di quello che ho guadagnato. E’ appunto per questo che nella notte del 9 luglio 1992, sul mio conto corrente in Banca Commerciale, erano depositati circa 400 milioni di lire. L’importo derivava dalla vendita di una proprietà immobiliare della miaContinua a leggere “Io disprezzo Giuliano Amato”

Sognavo l’Europa


Sognavo l’Europa Era il 1992, facevo le scuole superiori e sognavo l’Europa. Seguii con entusiasmo i passi che portarono alla ratifica del trattato di Maastricht, un trattato che ritenevo incompleto ma fondamentale perché, secondo la mia visione, sarebbe stato il primo mattone verso la nascita di uno Stato sovranazionale, forte, coeso e unito. Sognavo di viaggiare,Continua a leggere “Sognavo l’Europa”

Quelli-di-sinistra-che-odiano-la-sinistra


Di Giuseppe Civati Michele Serra lo scrive oggi su Repubblica. Nella sinistra parecchie persone odiano la sinistra. Nel senso che la combattono e la temono. Nel senso che ogni vero cambiamento degli assetti di potere, degli equilibri sociali, della distribuzione del reddito, metterebbe a rischio il loro potere, le loro aspirazioni, i loro interessi. Purtroppo questo pezzoContinua a leggere “Quelli-di-sinistra-che-odiano-la-sinistra”

Il Sindaco che lotta contro GOMORRA: mi hanno lasciato solo!


Il primo cittadino di Parete: ecco perché ho impedito che la processione facesse omaggio al boss Parete(Ce)- In terra di Gomorra spesso stare da una parte è un giuramento da ripetere ogni giorno. Lo sa bene il sindaco di Parete, Raffaele Vitale, 31 anni, del PartitoDemocratico. Per lui non sono stati giorni facili dopo il gestoContinua a leggere “Il Sindaco che lotta contro GOMORRA: mi hanno lasciato solo!”

Vita, agonia e morte di un partito mai nato


Dal Pds di Occhetto al Pd di Bersani, passando per i Ds di D’Alema, Veltroni, Fassino e parentesi breve dell’ex Ppi Franceschini Da vent’anni a questa parte un uomo solo torreggia alla guida del centrodestra. Dall’altra parte, invece, il turn over dei segretari è stato vertiginoso, e ciascuno ha aggiunto la sua pietra o pietruzzaContinua a leggere “Vita, agonia e morte di un partito mai nato”

Non è un golpe, è una resa


di Marco Revelli – Da oggi l’Italia non è più una democrazia parlamentare. Non c’è altro modo di leggere il voto di ieri se non come una resa. Una clamorosa, esplicita e trasversale abdicazione del parlamento. Per la seconda volta in poco più di un anno una composizione parlamentare maggioritaria si è messa attivamente inContinua a leggere “Non è un golpe, è una resa”

Caffaro, la fabbrica che ha avvelenato Brescia


L’inchiesta di Presadiretta sull’inquinamento da Pcb nella città lombarda, dove i tumori sono aumentati in maniera esponenziale negli ultimi anni. A produrre il “veleno” era la Caffaro, chiusa a metà anni ’80. Nei pressi della fabbrica c’è una scuola, dove agli alunni è proibito andare nel verde A Brescia c’è una emergenza sanitaria che tutti nascondonoContinua a leggere “Caffaro, la fabbrica che ha avvelenato Brescia”