Alla faccia del voto locale.


  Oggi, ci sono quelli che minimizzano sulla netta vittoria di M5S parlando di “voto locale” sapendo, ovviamente, di mentire. Nessun voto è mai solamente locale oppure europeo ma tutti sono equiparabili ad un test sullo stato di salute di chi governa e chi fa opposizione. L’esempio più eclatante è rappresentato dalle ultime elezioni europee,Continua a leggere “Alla faccia del voto locale.”

L’incompetenza (presunta) di Virginia Raggi


Una delle accuse mosse, dagli avversari politici alla candidata Sindaca Virginia Raggi riguarda l’incompetenza, nemmeno presunta ma proprio certa, almeno a dir loro. E’ difficile capire il metro di giudizio utilizzato per giungere a certe conclusioni. Le ragioni dell’incompetenza sarebbero riconducibili al titolo di studio? Rutelli e Veltroni nemmeno erano laureati, mentre le lauree di MarinoContinua a leggere “L’incompetenza (presunta) di Virginia Raggi”

No Renzi Day ???


“”Da ipotesi velleitaria emersa quasi per caso nei sondaggi a realtà. Qualcosa si sta muovendo nella società civile e lo scenario di un’Italia indipendente fuori dall’Ue potrebbe un giorno concretizzarsi. Nel silenzio generale dei grandi media, a Napoli è iniziata una campagna per consentire all’Italia di uscire dalla “gabbia dell’Unione Europea”. Il convegno sociale sull’ItalexitContinua a leggere “No Renzi Day ???”

Addio a Marco Pannella. Ecco la sua storia


http://www.wired.it/attualita/politica/2016/05/19/chi-era-marco-pannella/ “Si è spento oggi a Roma il Leader storico del Partito radicale italiano. In oltre mezzo secolo di attività politica è stato uno dei maggiori protagonisti di tutte le grandi battaglie civili del nostro Paese, da quella per il divorzio, fino a quelle in difesa dell’eutanasia. Giacinto Marco Pannella, leader storico del Partito radicaleContinua a leggere “Addio a Marco Pannella. Ecco la sua storia”

Fabbriche senza operai


La tecnologia distruggerà sempre più posti di lavoro ma, al contrario di quanto  raccontavano molti pseudo analisti, non verranno creati nuovi posti di lavoro e, nei prossimi decenni, la forza lavoro verrà sostituita da robot. Sostengono queste teorie moltissimi studiosi ma, se non volessimo seguire la teoria, basterebbe la pratica. Moltissime aziende, in tutto ilContinua a leggere “Fabbriche senza operai”

L’affaire Marino: scontri e scontrini nella città dei Casamonica


Dopo la gogna mediatica di questi giorni, esce di scena il Sindaco Marino. In questi anni, purtroppo abbiamo assistito al peggio per quanto riguarda gli scandali politici: assessori implicati con la Mafia, appalti truccati, voti di scambio, finti titoli di studio. Eppure, il caos generatosi attorno all’ormai ex sindaco di Roma, sembra quasi non avereContinua a leggere “L’affaire Marino: scontri e scontrini nella città dei Casamonica”

SYRIZA 2.0


A Gennaio scrissi un articolo dopo la clamorosa vittoria di Alexis Tsipras in Grecia. Oggi, diversi mesi più tardi, mi ritrovo a raccontare un voto simile, con però diverse sfumature di contorno.  In primis, questa volta Tsipras avrà dalla sua una coalizione più forte rispetto a quella di nove mesi fa; Anel, il partito diContinua a leggere “SYRIZA 2.0”

Diaz, omertà di Stato


La Corte europea dei diritti umani è stata chiara: “Alla Diaz vi fu tortura. I colpevoli restano impuniti, e l’Italia necessita di una legge adeguata per tale reato.” Naturalmente in un paese normale, questo creerebbe un gran scalpore. In sostanza, non solo la Polizia italiana non ha rispettato i diritti universali dell’uomo, ma l’intero paeseContinua a leggere “Diaz, omertà di Stato”

MUJICA, IL PRESIDENTE NECESSARIO


José Alberto Mujica Cordano, più noto ai tanti come “Pepe”, ha lasciato il suo incarico di Presidente dell’Uruguay. Era stato eletto il 29 Novembre del 2009, dopo le concitate elezioni che videro la coalizione di sinistra Frente Amplio prevalere sul fronte conservatore. Ex guerrigliero Tupamaros, sarà ricordato probabilmente come uno dei personaggi più importanti delContinua a leggere “MUJICA, IL PRESIDENTE NECESSARIO”

Dio “Salvini” i siciliani dalla colonizzazione leghista…


di Giovanni Chianta Matteo Salvini è in cerca di consensi nel meridione per il suo nuovo partito-movimento. Oggi è stato a Palermo dove, per usare un eufemismo, non ha ricevuto una bella accoglienza. Salvini è corso subito ai ripari dichiarando: “Se abbiamo avuto toni eccessivi in questi anni sul Sud e i meridionali, chiedo scusaContinua a leggere “Dio “Salvini” i siciliani dalla colonizzazione leghista…”

La ragione e la valenza dell’esito del voto in Grecia


La ragione e la valenza dell’esito del voto in Grecia di Gianluca Bellentani Domenica 25 gennaio 2015, si sono svolte le elezioni Presidenziali in Grecia. I sondaggi davano Tsipras come favorito ed infatti il risultato e’ stato questo, ma ben oltre le piu’ rosee previsioni. Syriza, il partito della sinistra greca, raggiunge quasi la maggioranzaContinua a leggere “La ragione e la valenza dell’esito del voto in Grecia”

Mattarella al Colle: analisi e riflessi di una grande vittoria


Alle ore 13,15 di sabato 31 gennaio 2015, alla quarta votazione ( come gia’ anticipato dal Premier Renzi ), con 665 voti ( ne bastavano 505 ), Sergio Mattarella viene eletto dodicesimo Presidente della Repubblica. Palermitano, 74 anni, e’ il fratello di Piersanti, Presidente della Regione Sicilia, ucciso dalla mafia nel 1980. Democristiano, trai fondatoriContinua a leggere “Mattarella al Colle: analisi e riflessi di una grande vittoria”

Ebetino ci sarà lei !


 “Ebetino ci sarà lei ! ”. L’elezione alla Presidenza della Repubblica di Sergio Mattarella è stata la prova provata che Matteo Renzi non sarà certamente uno statista ma è tutto meno che “ebetino”. Nella sceneggiatura iniziale di Romanzo Quirinale Matteo Renzi avrebbe voluto mandare al Colle un politico “di fiducia” (come Chiamparino oppure Del Rio)Continua a leggere “Ebetino ci sarà lei !”

Italicum: meglio le preferenze o i nominati ?


 Volano gli stracci in casa PD, questa volta sulla nuova legge elettorale denominata Italicum. Dopo aver accolto i giusti aggiustamenti alla prima stesura ( diminuzione della soglia di sbarramento per i partiti non in coalizione dall’ 8% al 3% e innalzamento dal 35% al 40% per avere il premio di maggioranza ), lo scontro questaContinua a leggere “Italicum: meglio le preferenze o i nominati ?”

PARLIAMO DI PRIMARIE


Domenica scorsa, 11 / 1 /2015, si sono svolte le Primarie del PD in Liguria per le Regionali. A differenza di quelle in Emilia- Romagna, hanno avuto un gran numero di votanti, probabilmente anche troppi. Si sono visti votare tanti personaggi dichiaratamente avversi al PD e anche un gran numero di extracomunitari che alla fineContinua a leggere “PARLIAMO DI PRIMARIE”

Basta soldi pubblici ai partiti: siamo così sicuri che questa sia stata la scelta giusta ?


Come tutti sanno ( almeno si spera ), il 20 febbraio di questo 2014, il Governo a maggioranza PD guidato da Enrico Letta ( quasi sicuramente su spinta del neo-eletto Segretario Matteo Renzi ), ha detto stop ai rimborsi di soldi pubblici ai partiti. Gia’ da quest’ anno, caleranno del 25%, del 50% nel 2015,Continua a leggere “Basta soldi pubblici ai partiti: siamo così sicuri che questa sia stata la scelta giusta ?”

Quella incomprensibile occupazione di posti di comando.


Dal terremoto giudiziario che sconvolge la capitale e che coinvolge personaggi di tutti gli schieramenti ( e siamo solo agli inizi ), nascono diverse domande che una persona onesta e per bene comincia a farsi. Una su tutte e’ comunque questa : come e’ possibile che certi figuri possano occupare certi posti di prestigio ?Continua a leggere “Quella incomprensibile occupazione di posti di comando.”

Crollo dei voti in Emilia Romagna: disaffezione per la politica o chiaro messaggio ?


Nelle elezioni regionali in Emilia – Romagna, il vincitore ( con grande distacco ) e’ sicuramente il partito dell’astensione. Tutti i partiti ( tranne la Lega che, pur perdendo oltre 50.000  avanza pericolosamente ), perdono decine di migliaia di voti. Ancor piu’ preoccupante di tutti e’ il fatto che in questa regione da sempre diContinua a leggere “Crollo dei voti in Emilia Romagna: disaffezione per la politica o chiaro messaggio ?”

Maurizio Landini, quel sindacalista che tanto piace


Secondo un recente sondaggio, il personaggio pubblico che piu’ piace alla gente  e’ il Segretario della FIOM, Maurizio Landini. Certo i risultati dei sondaggi lasciano sempre il tempo che trovano pero’, visto che la platea degli intervistati e’ formata da persone di estrazione sociale e di orientamento politico differente,  e’ abbastanza sorprendente che un sindacalistaContinua a leggere “Maurizio Landini, quel sindacalista che tanto piace”

CHI VORRESTE COME PROSSIMO CAPO DELLO STATO ?


L’attuale Presidente della Repubblica dovrebbe dimettersi a breve ed è già partito il totonomi. Non vogliamo proporvi in solito sondaggio ma vi chiediamo una risposta libera alla domanda: chi vorreste come Capo dello Stato e perchè. Dite la vostra commentando il post in modo tale da creare una discussione tra i lettori.

Quegli stupidi pesci dei centri sociali


La settimana scorsa, Lucia Borgonzoni, una candidata alle Regionali dell’ Emilia – Romagna per la Lega Nord, dopo aver dichiarato che ‘’ agli zingari devono essere tolti i figli per farli crescere in un ambiente piu’ adeguato ‘’, si reca in visita ad un campo nomadi di sinti, a Bologna, poco distante da dove furonoContinua a leggere “Quegli stupidi pesci dei centri sociali”

LEOPOLDA E LEOPOLDINE


‘’ La Leopolda e’ un momento di partecipazione democratica come pochi, in cui tutti, al di la’ del proprio schieramento e delle proprie ideologie, possono portare il loro contributo di discussione e di idee, per contribuire al progetto di riforme di cui il Paese necessita ‘’. Ottimo ! Visto che siamo un Partito Democratico, e’Continua a leggere “LEOPOLDA E LEOPOLDINE”

Uno strano messaggio


Forse qualcuno si sara’ accorto che da qualche mese, il dibattito politico e’ incentrato quasi esclusivamente sull’ essere o non essere favorevoli al Presidente del Consiglio. Chi non e’ a favore di Renzi e delle sue riforme, viene catalogato come Grillino, Gufo, Rosicone o Impaludatore. E’ uno strano messaggio che passa nel comune sentire, quasiContinua a leggere “Uno strano messaggio”

PDL: Partito Democratico Liquido


Nel massimo storico del suo consenso elettorale ( 40,81 %, 11.203.231 voti alle ultime elezioni europee) il PD raggiunge il minimo storico di tesseramenti: sui 100 mila. Il dato risulta catastrofico se si pensa che solo un anno fa erano 539.354. Qualcuno potrebbe obiettare dicendo che la perdita di tesserati nasce da lontano; è vero,Continua a leggere “PDL: Partito Democratico Liquido”

Tesseramento al PD: perche’ pagare per avere gli stessi diritti di chi non paga ?


 Su Repubblica , il giornalista Goffredo de Marchis denuncia il crollo verticale del tesseramento del PD. Gli iscritti si sono dimezzati raggiungendo punte del’ 80%. Non e’ un calo di poco conto, magari dovuto ai problemi economici delle famiglie, sempre piu’ in difficolta’. Non e’ solo un problema di quantita’ di danaro che entra nelleContinua a leggere “Tesseramento al PD: perche’ pagare per avere gli stessi diritti di chi non paga ?”

Un nemico al giorno toglie il medico di torno


Tra le tante particolarita’ del Presidente del Consiglio e Segretario del PD ( cosa quest’ultima non secondaria ), c’e quella di trovare ogni giorno un nemico contro cui combattere, qualcosa o qualcuno che sia da ostacolo al suo programma di cambiamento. Si potrebbe quasi dire che la sua linea di pensiero non sia il tantoContinua a leggere “Un nemico al giorno toglie il medico di torno”

Deflazione: cos’è e come difendersi


In questi giorni mi è capitato di ascoltare persone rimaste alquanto spaesate di fronte al termine deflazione. Alcuni si chiedono come mai un calo generale dei prezzi debba essere considerato negativo quando sono anni che ci si lamenta di come questi siano eccessivamente elevati. Purtroppo questa non va confusa con la disinflazione (rallentamento dell’inflazione oContinua a leggere “Deflazione: cos’è e come difendersi”

Di Battista e i politici da bar sport


Polemiche per le parole dell’ On. Di Battista del M5S sui terroristi islamici. I vari partiti parlano di un Di Battista che sta  dalla parte dei fanatici dell’ ISIS, mentre il Movimento, con Grillo, parla di una stampa succube del potere, che ha travisato il significato di certe giuste affermazioni. Cerchiamo quindi di essere alContinua a leggere “Di Battista e i politici da bar sport”

I patti si rispettano


In tanti avranno letto i vari commenti contro Renzi e il Patto del Nazareno con Berlusconi. Parole di fuoco che accusano il Premier di fare accordi con un delinquente ed il PD di esserne complice silenzioso. Sono parole che arrivano da tutti gli schieramenti e anche da una parte del fronte interno al partito. ComeContinua a leggere “I patti si rispettano”

RENZI, PORTABORSE DI ENI E FINMECCANICA di Alex Zanotelli


Mentre arrivava in Senato  il disegno di legge sulla Cooperazione allo sviluppo, il presidente del ConsiglioMatteo Renzi partiva per il suo viaggio in Africa . Un viaggio emblematico che ci aiuta a capire come leggere il nuovo disegno di legge sulla cooperazione. Ritengo che sia la nuova legge come il viaggio di Renzi  possano essereContinua a leggere “RENZI, PORTABORSE DI ENI E FINMECCANICA di Alex Zanotelli”

Fuck Israel. Fuck Hamas


The Gaza Youth Breaks Out Manifesto* Fanculo Hamas. Fanculo Israele. Fanculo Fatah. Fanculo Nazioni Unite. Fanculo Unwra. Fanculo Usa! Noi, i giovani di Gaza, siamo stufi di Israele, di Hamas, dell’occupazione, delle violazioni dei diritti umani e dell’indifferenza della comunità internazionale! Vogliamo urlare e rompere questo muro di silenzio, di ingiustizia e di indifferenza, come gli F16 israeliani romponoContinua a leggere “Fuck Israel. Fuck Hamas”

Era la nipote di Mubarak


Di Norma Rangeri  (Il Manifesto) Non sarà lo sta­ti­sta che in Europa e nel mondo ci invi­dia­vano, ed è pur sem­pre un impren­di­tore pre­giu­di­cato per reati di frode fiscale, oltre che un ex pre­si­dente del con­si­glio a pro­cesso per la compra-vendita di par­la­men­tari. Ma con l’assoluzione pro­nun­ciata dai giu­dici della corte d’appello di Milano, oggiContinua a leggere “Era la nipote di Mubarak”

Renzi ‘o Flop. Il Nulla Oltre l’Hashtag.


Negli ultimi giorni la strategia comunicativa del presidente del consiglio appare clamorosamente inceppata. Ad esempio, il silenzio colpevole e risentito sulla grossa cantonata presa a Digital Venice dove un’operazione di marketing di immagine si è trasformata in una Caporetto mediatica a livello internazionale è stato uno sbaglio fatale dopo un errore gravissimo. L’immagine vincente e risoluta è tutto inContinua a leggere “Renzi ‘o Flop. Il Nulla Oltre l’Hashtag.”

GRAZIE, NO. No al monopolio delle istituzioni


“Piaccia o meno a quelli che vogliono frenare, noi porteremo a casa il risultato. Faremo le riforme perché è giusto che l’Italia torni ad essere leader: non lasceremo l’Italia a chi dice solo “no”. Le parole di Renzi mettono il sigillo sul percorso di riforma della Carta Fondamentale nel quale il segretario del PD haContinua a leggere “GRAZIE, NO. No al monopolio delle istituzioni”

Breaking Beppe. La «guerra civile simulata» del Movimento 5 Stelle


Una segnalazione doverosa. La quarta edizione del libro di Giuliano Santoro Un Grillo qualunque esce ampliata, con un importante aggiornamento al post-Europee2014 e ulteriori precisazioni teoriche. Tanto che diventa un nuovo libro, un’opera diversa, da qui il nuovo titolo: Breaking Beppe. «La guerra civile simulata è il conflitto che viene solo agitato, che chiede di essere delegato e cheContinua a leggere “Breaking Beppe. La «guerra civile simulata» del Movimento 5 Stelle”

Le Renziforme


Di Gemma Gemson Mentre il prode Telematteo parla con veemenza alla procia Merkel, l’Italia accoglie con gaudio e tripudio le riforme che Berlusconi il governo farà nei prossimi mesi del prossimo governo: Canonizzazione asap di Maria Elena Boschi Serbelloni Mazzanti Viendalmare. Per massimizzare il rendimento degli edifici, le scuole di ogni ordine e grado resteranno aperte 24 ore suContinua a leggere “Le Renziforme”

MATTEO chi?


Matteo Renzi ai primi di Gennaio aveva esclamato «Fassina chi?», rispondendo in modo provocatorio all’allora viceministro dell’economia del governo Letta; di fronte alla vittoria di Renzi alle primarie del Pd, Fassina aveva dichiarato che l’esecutivo non era più in linea con la leadership di partito. Seguirono le dimissioni di Fassina e non passò molto cheContinua a leggere “MATTEO chi?”

ISRAELE- PALESTINA, LA CONVIVENZA E’ POSSIBILE ?


Da ormai 67 anni esiste uno stato artificiale creato ad hoc per una fazione appartenente a un credo religioso; come si evince dal titolo dell’articolo sto parlando di Israele. Israele è sorta nel protettorato britannico di Palestina nato a sua volta poco prima del termine della prima guerra mondiale (1917) dopo che il territorio eraContinua a leggere “ISRAELE- PALESTINA, LA CONVIVENZA E’ POSSIBILE ?”

Decreto Ambiente Protetto del ministro Galletti, per i Verdi è barbarie


Si è sentito parlare assai poco del ministro dell’ambiente Galletti in queste settimane, ma dopo aver conosciuto le misure del decreto 91, del decreto Ambiente Protetto, in molti rimpiangono i tempi in cui dal ministro dell’ambiente non giungeva quasi nessuna notizia. Angelo Bonelli dei Verdi parla di barbarie contenuta nel provvedimento. Cerchiamo di capire perché. Al centro delle critiche al decreto Ambiente protetto del ministroContinua a leggere “Decreto Ambiente Protetto del ministro Galletti, per i Verdi è barbarie”

IL GOVERNICCHIO RENZI FAVORISCE GLI INQUINATORI INDUSTRIALI


Coordinamento Nazionale Siti Contaminati Comunicato stampa 2/7/2014     Non basta il caso dei poligoni equiparati ad aree industriali, il Decreto 91/2014 nasconde una sorpresa ancora più tragica per le aree inquinate, da Taranto a Crotone, dal Sulcis a Porto Torres, da Bussi a Piano d’Orta, da Falconara a Mantova, da Trieste alla Valle del Sacco,Continua a leggere “IL GOVERNICCHIO RENZI FAVORISCE GLI INQUINATORI INDUSTRIALI”

Immunità non è impunità


Molto rumore per la proposta di Renzi di reintrodurre l’immunita’ per i parlamentari. Ecco levarsi critiche a tutto spiano, accusando il Governo di voler reintrodurre l’ennesimo privilegio per la casta, di voler difendere i ladri e gli impostori, di rendere i parlamentari intoccabili. Proviamo a fare un po’ di chiarezza. L’immunita’ fu una vittoria dellaContinua a leggere “Immunità non è impunità”

Quelle due stelle che oggigiorno parrebbero brillare di meno


In questi strani tempi politici di tutti contro tutti, anche all’interno dello stesso partito,molti avranno notato come vengano spesso riesumate due figure della politica italiana di fine ‘900, Enrico Berlinguer e Sandro Pertini. Sono stati rispettivamente il Segretario di un grande Partito, l’ allora PCI e un Presidente della Repubblica. Sono due figure a cuiContinua a leggere “Quelle due stelle che oggigiorno parrebbero brillare di meno”

Divieto di autocritica


Terminano queste Elezioni Europee, coi risultati che sappiamo. Il PD stravince oltre ogni piu’ rosea previsione, ottenendo numeri mai raggiunti prima. Si rafforza pure la Lega Nord, cavalcando i soliti slogan del Basta Euro e del Fuori i clandestini. Forza Italia e’ in caduta libera e il NCD e la lista Tsipras passano la sogliaContinua a leggere “Divieto di autocritica”

E’ necessario eliminare Commissione europea e Consiglio dell’Unione europea o renderle eleggibili dai cittadini.


Si fa tanto parlare di percentuali di voto e di seggi da spartire in questi giorni che precedono le elezioni europee ma, a mio avviso, credo si parli poco di come sia organizzato (male) il potere a livello europeo. Con le elezioni europee i cittadini dell’UE eleggono i loro rappresentanti al Parlamento europeo. Purtroppo pero’,Continua a leggere “E’ necessario eliminare Commissione europea e Consiglio dell’Unione europea o renderle eleggibili dai cittadini.”

Il PD diviso tra Talebani, malpancisti e democratici.


Diciamocelo francamente: Matteo Renzi e’ davvero un bulldozer. Non passa settimana che non metta in campo una riforma; e non su cose piccole ma su grandi temi. Nuova legge elettorale, abbassamento del cuneo fiscale, abolizione delle Provincie, nuove misure sull’ occupazione, ridimensionamento del Senato e taglio ai mega-stipendi dei manager pubblici, pagamento dei debiti delloContinua a leggere “Il PD diviso tra Talebani, malpancisti e democratici.”

Il primo regalo di Renzi a Berlusconi.


Nel famoso incontro nella sede del PD, Silvio Berlusconi chiese a Matteo Renzi rassicurazioni sul tema che piu’ gli sta a cuore: non finire in galera. Non saprei dirvi cosa rispose Renzi, ma so dirvi cosa ha fatto concretamente in questi primi giorni di governo. Ha messo Orlando alla Giustizia (che sta alla Giustizia comeContinua a leggere “Il primo regalo di Renzi a Berlusconi.”

Il coraggio delle scelte e il rischio dell’uomo solo al comando


Nasce il nuovo Governo e finalmente vengono resi noti i nomi della squadra che supportera’ Renzi. Il toto-Ministri che impazzava sui vari giornali ne azzecca pochissime . Tranne il Ministero dell’ Economia dato ad un tecnico  (Padoan ), tutti gli altri nomi sono di politici. Sedici Ministri anziche’ dodici come Renzi sosteneva necessari durante leContinua a leggere “Il coraggio delle scelte e il rischio dell’uomo solo al comando”

Governo Renzi, diamo un voto ai Ministri…


Questi i Ministri del governo Renzi: Pier Carlo Padoan – Ministro dell’Economia e Finanze Angelino Alfano – Ministro dell’Interno Federica Mogherini – Ministro degli Esteri Andrea Orlando – Ministro della Giustizia Stefania Giannini – Ministro dell’Istruzione Roberta Pinotti – Ministro della Difesa Dario Franceschini – Ministro dei Beni culturali Maurizio Lupi – Ministro delle InfrastruttureContinua a leggere “Governo Renzi, diamo un voto ai Ministri…”

Napolitano e il segreto di pulcinella


Il giornalista Alan Friedman pubblica uno scoop, secondo cui il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano avrebbe avuto contatti con diversi personaggi di rilievo come M.Monti, C. de Benedetti e R. Prodi per fare cadere il Governo Berlusconi. Questo gia’ prima dell’ estate 2011 quando il Paese rischio’ davvero il default. Per appurare la veridicita’ diContinua a leggere “Napolitano e il segreto di pulcinella”